fbpx
32 C
Milan
mercoledì 24 Febbraio

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano l'argomento. Mi perdonerete se anche...

San Francesco di Paola, sguardo su Montenapoleone

Più letti

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano...

Rotonda di San Lorenzo a Mantova

Siamo a Mantova ed eccoci davanti alla Rotonda di San Lorenzo. E' la chiesa più antica della città e già...

Fonderia Napoleonica Eugenia, suono di campane

Fonderia Napoleonica Eugenia si trova in via Genova Thaon di Rivel a Milano nel quartiere Isola. Oggi è un...
Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

San Francesco di Paola è la chiesa che troviamo in via Manzoni, poco oltre l’incrocio con via Montenapoleone.

Costruita nel 1728 e consacrata nel 1735, sorge dove i frati dell’Ordine dei Minimi quasi un secolo prima si erano stabiliti. All’epoca avremmo visto anche un convento che doveva essere ampliato proprio durante i lavori di costruzione della nuova chiesa.

Da allora ogni occasione era buona per abbellire la chiesa, il cui nome è proprio quello del fondatore dell’Ordine dei Minimi; a metà del 1700 Giuseppe Buzzi realizzò l’altare maggiore.

Con i primi anni del 1800 in convento venne soppresso e la chiesa, elevata a parrocchia, venne affidata al clero diocesano

Dietro la chiesa sul lato destro si può scorgere la torre campanaria: all’interno cinque campane azionate a corda.

Nel 1901 proprio a San Francesco di Paola si celebrò il funerale di Giuseppe Verdi.

Quando passate da queste parti, entrate. E provate a chiedere il permesso di sbirciare anche in sacrestia. Ne vale davvero la pena.

San Francesco di Paola foto di G.dallorto
San Francesco di Paola foto di G.dallorto

 

Leggi anche qui

Pizzeria di Porta Garibaldi, un trancio storico

Pizzeria di Porta Garibaldi: qui non si mangia un semplice trancio, qui la storia accompagna ogni boccone. Dobbiamo tornare nel...