San Babila

Dedicata al culto di San Babila, un culto proveniente dal lontano oriente, la sua costruzione risale agli ultimi decenni del secolo XI, a pochi metri delle mura storiche della città costruite ancora dai romani.

Tradizione vuole che la nuova basilica prenda il posto di un edificio più antico, il «Concilium Sanctorum» (Concilio dei santi), che ospitava il clero missionario orientale, già costruito sulle rovine del tempio dedicato probabilmente ad Apollo.

Ricostruita dopo il 1575 con il prolungamento di una campata, mentre dal 1598 al 1610 furono completate la facciata, in seguito distrutta, e le absidi romaniche.

Nel 1880 fu restaurata dall’architetto Paolo Bianchi, che realizzò il recupero dell’originaria struttura romanica con integrazioni in stile. I lavori della facciata furono eseguiti da Cesare Nava e compiuti nel 1905.

Il campanile, costruito nel 1820 in sostituzione di quello crollato nel XVI secolo, nel 1926 fu trasformato nelle forme neo-romaniche che oggi ammiriamo.


Milano (è) da vedere

Qualche passeggiata per Milano? Clicca qui!

Vuoi conoscere le botteghe storiche? Ecco la pagina giusta!

Seguici su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here