lunedì,15 Luglio,2024
Home2023Una vista della.. Madonnina!

Una vista della.. Madonnina!

Ammirare Milano dal punto più centrale della città, da un luogo unico e privilegiato, là dove da sempre convergono gli sguardi dei milanesi e di quanti visitano Milano – la Madonnina del Duomo - è oggi finalmente possibile.

A partire dal 22 marzo 2023, la Veneranda Fabbrica del Duomo accende ufficialmente una webcam sulla Guglia Maggiore della Cattedrale, a oltre cento metri di quota, attiva 24 ore su 24, e accessibile dal sito ufficiale www.duomomilano.it.

Una nuova straordinaria opportunità, in dialogo con la tecnologia, a lungo attesa e richiesta, realizzata grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, per condividere tutto il fascino e la suggestione del luogo simbolo di Milano nel mondo, nei giorni in cui la città dà il bentornato alla primavera e in cui ricorre il 175° anniversario delle Cinque Giornate, quando per la prima volta, nel 1848, il tricolore fu issato quale segno di libertà proprio sulla guglia più alta del Duomo.

Panorama 9 - © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
Panorama 9 – © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

LIVE STREAMING DALLA GUGLIA PIÚ ALTA DEL DUOMO DI MILANO 24 ORE SU 24

L’inconfondibile skyline di Milano, le montagne infuocate dai tramonti, gli innumerevoli campanili che si stagliano all’orizzonte, lo stadio di San Siro, il Castello Sforzesco: anche i primi raggi dell’alba e le fiammeggianti luci della notte sono visibili dal simbolo della città del mondo, il Duomo. Fino alla metà del XX secolo, nessun edificio a Milano era in grado di superarlo in altezza e, per secoli, la sommità della Cattedrale è stata il punto più alto della città.

Posta sulla struttura della Guglia Maggiore dagli esperti operai della Veneranda Fabbrica, ai piedi della celebre Madonnina, la webcam permette di affacciarsi idealmente sul panorama di Milano, garantendo l’accesso a tutti gli utenti abilitati, 24 ore su 24, con una rotazione continua di 220°.

Panorama 9 - © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
Panorama 9 – © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

MODALITÀ DI ACCESSO

L’accesso alla webcam è possibile dal sito ufficiale del Duomo di Milano, www.duomomilano.it.

Per collegarsi, è possibile scegliere tra due modalità: accesso unico o abbonamento annuale, contribuendo così a sostenere la Veneranda Fabbrica del Duomo e i suoi lavori di restauro.

L’accesso unico, a partire da € 2,00, permette di collegarsi alla webcam per una singola sessione della durata di 20 minuti, inserendo il codice ricevuto dopo il pagamento nella pagina del sito webcam.duomomilano.it.

L’abbonamento annuale, a partire € 15,00, permette l’attivazione del servizio attraverso un codice attivo per 12 mesi, con sessioni illimitate, inserendo il codice ricevuto dopo il pagamento nella pagina del sito webcam.duomomilano.it.

In qualità di partner dell’iniziativa, Intesa Sanpaolo offrirà a coloro che si iscriveranno alla newsletter sul sito www.group.intesasanpaolo.com la possibilità di accedere alla webcam e ad altre esperienze esclusive.

UNA FINESTRA SU DUOMO MILANO TV

Non solo. Tutti i giorni, alle ore 7.50 e alle ore 19.30, la webcam sarà visibile per alcuni minuti attraverso “Duomo Milano Tv”, il canale YouTube ufficiale del Duomo di Milano, attivo 24 ore su 24. Una speciale finestra per affacciarsi idealmente dalla Guglia Maggiore insieme a tutti gli spettatori in collegamento.

TRA STORIA E PRIMAVERA

Un’iniziativa che, salutando l’arrivo della primavera 2023, vuole essere un omaggio alla Madonnina che, raffigurazione della Vergine Assunta, rappresenta anche un importante segno civico.

Una storia che ci riporta alle Cinque Giornate di Milano e alle vicende del Risorgimento italiano quando, nella notte tra il 19 ed il 20 marzo del 1848, le truppe austriache scesero dal Duomo di Milano, dopo che i cacciatori tirolesi ebbero sgombrato le Terrazze (dall’alto delle quali avevano tenuto sotto assedio la piazza).

I rivoltosi, temendo un agguato, non si arrischiavano ad entrare nella Cattedrale, finché al terzo giorno della rivoluzione, il valtellinese Luigi Torelli ed il trevisano Scipione Bagaggi alzarono il tricolore sulla Madonnina.

Quella vista, insieme al suono a distesa del campanone dopo due giorni di silenzio, rincuorò l’intera città e risvegliò l’orgoglio meneghino nei combattenti delle barricate.

Ancora oggi gli occhi di tutti si posano sulla guglia più alta del Monumento a contemplare lo sguardo materno e protettivo della Vergine che diventa fierezza quando in tutti i solenni eventi religiosi e civili sull’alabarda posta alla sua destra, ieri come oggi, sventola la bandiera italiana.

Panorama 9 - © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
Panorama 9 – © Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
A tal proposito

Più letti