mercoledì,12 Giugno2024
16.9 C
Milano

Voiello accende Milano con l’evento MIEZ’ A VIA….

Voiello è pronto ad accendere i riflettori sulla creatività e sull’estro napoletano. Dopo essere stato Main Sponsor per Procida Capitate Italiana della Cultura 2022, Voiello continua a rafforzare il suo ruolo di ambasciatore della cultura partenopea.

Mercoledì 21 giugno, dalle ore 18.00 in poi Voiello porterà nel cuore di Milano il genio vulcanico della Napoli più contemporanea e l’energia travolgente di una festa in strada con MIEZ’A VIA, che farà del quartiere dei Navigli un inedito palcoscenico.

MIEZ’A VIA – una vera e propria festa gratuita e aperta al pubblico – sarà l’occasione perfetta per far assaggiare e per celebrare la Gran Penna Ruvida, nuovo formato firmato Voiello.

Nè liscia né rigata ma ruvida che è una poesia. Realizzata con solo Grano Aureo 100% italiano e trafilata al bronzo, si candida a diventare la nuova icona del piacere esuberante della pasta come Napoli comanda.

Il 21 giugno dalle ore 19.00 al piano terra della facciata di un palazzo dell’Alzaia Naviglio Pavese, al civico 2, i milanesi potranno provare il piacere esuberante della pasta nella street gastronomy Voiello: ricette gourmet ideate per Voiello da Lino Scarallo, Chef stellato di Palazzo Petrucci (NA).

Per partecipare alla degustazione, basterà registrarsi online al sito voiello.it/miezavia o accedere alla registrazione tramite QR code posizionati nelle installazioni situate nei pressi della location dell’evento, nei giorni precedenti all’evento o la sera stessa.

Voiello accende Milano con l’evento MIEZ’ A VIA

Per chi avrà effettuato la registrazione, sarà possibile ritirare gratuitamente – fino ad esaurimento scorte – una tote bag brandizzata, contenente una confezione de la Gran Penna Ruvida.

Dalle 21.30 i balconi del palazzo di Alzaia Naviglio Pavese 2 si trasformeranno in palcoscenici inediti per il vertical show di DADA’ e Livio Cori, due amatissimi artisti che hanno proprio a Napoli le loro radici.

All’anagrafe Gaia Eleonora Cipollaro, DADA’ è una cantautrice che unisce cultura napoletana e world music, con contaminazioni club ed elettroniche e che si è fatta conoscere dal grande pubblico nell’ultima edizione di X Factor. Momento clou della sua performance arriverà con il brano La leggenda dei maccheroni che prende spunto dalla leggenda popolare tramandata da Matilde Serao e che rende omaggio alla cultura gastronomica napoletana e alla creatività che si esprime a partire dalla pasta, proprio come fa Voiello con i suoi formati, tra cui la nuova Gran Penna Ruvida.

“Ho sempre amato raccontare le cose attraverso uno sguardo minuzioso e teatrale. Avevo chiuso in un cassetto questa canzone sui maccheroni, chitarra e voce soltanto. Quando ho incrociato Voiello subito mi sono entusiasmata all’idea di poter dare una veste, un posto, una ricetta espressiva a questa invenzione. Non c’è storia più vera di quella che sopravvive a metà tra la realtà e la leggenda, ravvivata dalla luce morbida di un vicoletto napoletano”.

Livio Cori, cresciuto nei Quartieri Spagnoli, è un rapper e attore di origini napoletane, famoso anche per aver recitato nella serie Gomorra. Maestro di Cerimonia sarà Beppe Vessicchio, espressione di una Napoli dall’alto valore culturale, in grado di attraversare e unire generazioni diverse.

L’evento MIEZ’A VIA darà voce alle tante forme della creatività partenopea attraverso le illustrazioni realizzate dai THE NAPOLITANERS, un collettivo di artisti campani, esposte già nei giorni precedenti all’evento in prossimità della location e che interpretano lo spirito delle feste napoletane, fatte di magia, musica, gastronomia e luminarie.  Inoltre, per l’occasione sarà visibile in anteprima la capsule colletion realizzata da i VIENMNSUONNO1926, un collettivo di giovani designer napoletani che, attraverso le proprie creazioni moda, promuovono un nuovo «landtelling» dei rioni napoletani. La capsule collection poi sarà protagonista di un contest online attivo da fine giugno.

Quando, come Voiello, nasci in un luogo come Napoli, lo spirito della città te lo porti dentro. Proprio per raccontare i valori della cultura partenopea, in questi anni abbiamo voluto lavorare insieme ad artisti e talenti che contribuiscono a far vivere questo fermento culturale. È il nostro modo per fare innamorare sempre più persone di questa terra esuberante e magica, anche al di fuori dei confini campani. E quale migliore occasione per farlo se non portare nel cuore di una città vivace come Milano l’energia, i colori e i sapori di una vera e propria festa Miez a’ Via, aperta al pubblico per accogliere tutti quelli che verranno a trovarci” commenta Carolina Diterlizzi, VP Marketing Italia.

Voiello, una storia di pasta tra passione e tradizione

Voiello è stata fondata a Torre Annunziata, e quando nasci in un posto come Napoli, lo spirito del territorio te lo porti addosso, per sempre. Una storia intensa, nata dal sogno di due giovani innamorati e dal loro desiderio di fare la pasta migliore di Napoli.

Tutto ebbe inizio a Torre Annunziata, una città piena di pasta stesa al sole ad asciugare. August Vanvittel, ingegnere di origini svizzere, arrivò in Campania nel 1839 per prendere parte alla costruzione della ferrovia Napoli – Portici. Qui avvenne anche il suo incontro con l’arte bianca: si innamorò di Rosetta Inzerillo, figlia di un piccolo pastaio della zona e con lei iniziò ad occuparsi della gestione del piccolo negozio del suocero.

Nel 1861 – con l’annessione di Napoli al Piemonte e con la nascita del Regno d’Italia – la famiglia Vanvittel decise di modificare il cognome in Vojello che, successivamente prese la forma attuale di Voiello. Fu il nipote Giovanni, nato dal figlio Teodoro, a fondare nel 1879 l’Antico Pastificio Giovanni Voiello in un vasto terreno in Contrada Maresca. All’inizio del ‘900 Voiello si affermò come la marca preferita di pasta dell’aristocrazia napoletana e si diffuse in tutta Italia raggiungendo numeri record. Anche se lo stabilimento fu gravemente danneggiato durante la Seconda guerra mondiale, l’impegno della famiglia non si arrestò. E, nell’immediato dopoguerra, vide la luce un nuovo stabilimento che, per l’epoca, adottava tecniche produttive all’avanguardia.

Nel 1973, mentre la crisi economica colpiva l’Italia, ad aiutare l’antico pastificio Voiello arrivò un’azienda emiliana, Barilla, che rilevò le quote societarie e subentrò nella gestione, ma sempre rispettando l’autonomia e l’indipendenza dei processi produttivi che avevano coniato la qualità del prodotto. Ancora oggi Voiello – prodotta nello stabilimento di Marcianise (Caserta) – continua a perfezionarsi e ad elevare gli standard produttivi e qualitativi, puntando su una materia prima eccellente e trafilatura al bronzo, con Grano Aureo 100% Italiano: un grano selezionato esclusivamente per la produzione della marca campana e coltivato solo sotto il sole del Sud in zone naturalmente vocate alla produzione di grano duro. Inoltre, gli accordi diretti con gli agricoltori sostengono le comunità locali e l’agricoltura italiana.

voiello accende milano
voiello accende milano

 

Di cosa parliamo

Piove, son felice perchè…

Forse avete notato anche voi che ultimamente piove spesso.....

Lago di Annone: Un Tesoro Nascosto nella Provincia di Lecco

Il Lago di Annone, situato nella provincia di Lecco,...

Snowboard Paralimpico: un nuovo capitolo di inclusività a Milano Cortina 2026

Snowboard Paralimpico: un nuovo capitolo di inclusività a Milano...

29 nati in un giorno: boom di nascite alla Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano

29 nati in un giorno: ma che bella notizia! C’è...

Alegre Milano apre al pubblico e inaugura il nuovo dehor

Alegre Milano, il ristorante custodito nel cuore del centro...

Cosa vedere e leggere

Piove, son felice perchè…

Forse avete notato anche voi che ultimamente piove spesso.....

Lago di Annone: Un Tesoro Nascosto nella Provincia di Lecco

Il Lago di Annone, situato nella provincia di Lecco,...

Snowboard Paralimpico: un nuovo capitolo di inclusività a Milano Cortina 2026

Snowboard Paralimpico: un nuovo capitolo di inclusività a Milano...

Alegre Milano apre al pubblico e inaugura il nuovo dehor

Alegre Milano, il ristorante custodito nel cuore del centro...

Merlata Bloom Milano, la nuova destinazione dell’estate 2024

Merlata Bloom Milano, il Lifestyle Center dal cuore verde della...

Milanesi formali e distaccati come si dice?

Milanesi formali e distaccati? Un domandone! Esistono molti stereotipi sui...

Palazzo Calchi, neoclassicismo in Porta Vigentina

Palazzo Calchi, o Palazzo Calchi Taeggi, è uno storico...

A proposito di..

A voi la scelta