fbpx

Nuovi alberi a Milano: ci sono, ma…

Più letti

Nuovi alberi a Milano: per fortuna negli ultimi anni si legge abbastanza spesso la notizia di nuove piantumazioni, nuovi giardini, parchi sistemati…insomma più verde.

Nel limite del possibile ne scriviamo, spiegando il tipo di intervento e cosa verrà fatto. Ricordo a titolo di esempio, quando si cominciò a sistemare il parco del Portello e, molto più recente, ieri quando abbiamo scritto della nuova biblioteca europea.

C’è una cosa che mi sorprende, si fa per dire: è successo ieri così come per il parco del Portello. Quando si pubblicano foto di quello che è o quello che sarà, ci sono commenti che hanno lo stesso filo conduttore, pur partendo da osservazioni differenti.

C’è chi sottolinea il fatto che i rendering (spesso infatti ci sono i disegni di quello che sarà) fanno vedere alberi grandi, mentre poi nella realtà sono piccoli.

Altri commenti invece sono più diretti: c’è infatti chi scrive, anche con tono serio per non dire incazzato, che degli alberelli non interessa, si vuole l’albero grande.

Ricordo perfettamente un commento, a proposito del già citato parco del Portello, nel quale era stato scritto una cosa del tipo “sì, ma questi alberelli non fanno ombra, ci vogliono quelli grandi“.

Nuovi alberi a Milano: ci sono, ma…

Ora, io non sono un esperto di botanica, non ho il pollice verde e a fatica distinguo un pino da una quercia (scherzo), ma una cosa la so: quando una coppia vuole un figlio, non credo si aspetti dopo il parto un ragazzo di 18 anni, ma un esseruncolo frignante.

Ecco, la cosa è grosso modo la stessa: per far sì che tra qualche tempo ci sia un bell’albero grande che fa tanta ombra, è necessario oggi piantare un alberello piccolo piccolo che, proprio come il pupo, con il tempo crescerà.

Davvero c’è qualcuno che ci aspetta che, nella realizzazione di un nuovo parco, si mettano alberi di 50 anni? Che li si sposti da un posto all’altro?

Di nuovi alberi a Milano ce ne sono: già quelli messi una decina di anni fa sono cresciuti. Diamo tempo al tempo. Saremo anche la città della frenesia e della fretta, ma a volte selve davvero andare con calma.

nuovi alberi a milano
nuovi alberi a milano

 

 

Ultime

Profondamente Umano: scatti d’autore e realtà aumentata per chi non può parlare

Il 1° dicembre si svolge al  BASE Milano l’evento Profondamente Umano promosso dal Centro Benedetta D'Intino,  occasione in cui prende vita per la prima volta nel capoluogo lombardo un’installazione...

Potrebbe interessarti