fbpx

Trenord, un po’ di sarcasmo per combattere la maleducazione

Più letti

Se la maggior parte dei pendolari che usa i mezzi di Trenord sono persone educate che si attengono ai comportamenti consoni ad una società civile lo stesso non si può dire di una schiera più limitata di trasgressori e maleducati che oltre ad utilizzare i treni senza pagare il biglietto danneggia ed imbratta le locomotive utilizzate.

Trenord ha così deciso di promuovere una campagna di sensibilizzazione sul corretto utilizzo dei mezzi pubblici, rivolgendosi direttamente ai trasgressori e facendosi portavoce del pensiero comune di tutti coloro che seguono le regole. Nei prossimi giorni infatti appariranno sui convogli diversi messaggi provocatori che con sarcasmo condannano l’inciviltà.

Trenord contro la maleducazione

Vediamo qualche esempio: “Se lasci il treno sporco sei un grande! Anzi un grandissimo cialtrone. Lascia il treno come l’hai trovato!”; “Se metti i piedi sul sedile sei un ribelle! Nessuno è come te. Gli altri riescono a seguire le regole base dell’educazione!”; “Se non paghi il biglietto sei un trasgressivo! Nel senso che trasgredisci la legge e ti becchi la multa” od anche “Se non paghi il biglietto sei un genio! E allora esaudisci questo desiderio: paga come tutti gli altri”.

Trenord ha voluto dare voce al pensiero di tutti coloro che viaggiano usando buona educazione, che pagano il biglietto e che si comportano nel rispetto degli altri. La campagna di sensibilizzazione evidenzia quali sono i comportamenti da non tenere e da non seguire nell’intento di far capire ai trasgressori che basta poco affinché l’esperienza di viaggio di tutti sia serena, senza disagi e malumori.

Approviamo in pieno questa iniziativa e ci auguriamo che possa sortire l’effetto desiderato. Secondo voi funzionerà?