fbpx

Teatro Ringhiera, un restyling per creare un polo di servizi e di aggregazione

Più letti

Il Teatro Ringhiera, situato in via Boifava nella periferia sud di Milano, zona Chiesa Rossa – Gratosoglio, rinascerà in una veste tutta nuova.

Nella giornata di venerdì 17 settembre la giunta comunale ha approvato alcune integrazioni al progetto di fattibilità tecnico-economica del Teatro Ringhiera dello scorso marzo.

Già parzialmente riqualificato grazie a Fondazione Cariplo, che ha finanziato il progetto con 100mila euro, e al Comune di Milano, che con un investimento di 600mila euro ha eseguito i lavori di rimozione dell’amianto e la realizzazione delle strutture in cemento armato, il Teatro Ringhiera verrà, in questa seconda fase, rimesso a nuovo.

Gli spazi destinati alla sala saranno messi a norma come quelli degli uffici, della sala prove, del magazzino foyer falegnameria, della caffetteria e degli spazi formazione.

Teatro Ringhiera, restyling per polo di servizi e di aggregazione

Diventerà un polo di servizi e di aggregazione che ruoterà intorno al teatro e alla cultura gestito da associazioni culturali/sociali o da soggetti del medesimo ambito.

L’importo complessivo dell’intervento è di 2 milioni e 500mila euro: una parte verrà sostenuta da Fondazione Cariplo, che contribuirà con un versamento di 500 mila euro, e l’altra da Intesa Sanpaolo, che si è impegnata a versare 625mila euro nel 2021 e altrettanti nel 2022, attraverso contributi in regime Art Bonus (il programma governativo che favorisce il mecenatismo culturale).

I restanti 750mila euro verranno raccolti grazie a donazioni provenienti da privati ed imprese. Nei prossimi giorni verrà deciso l’affidamento dei lavori che, secondo delibera, andrà a chi ha presentato l’offerta economica più vantaggiosa.