fbpx

Il Museo Diocesano compie vent’anni

Più letti

Il Museo Diocesano compie vent’anni. Intitolato al cardinale Carlo Maria Martini apre per suo volere il 5 novembre 2001 nei chiostri della parrocchia di Sant’Eustorgio, su un progetto di Ildefonso Schuster risalente agli anni Trenta.

Per il ventennale espone L’Annunciazione di Tiziano Vecellio proveniente dal Museo e Real Bosco di Capodimonte di Napoli.

La tela dalle considerevoli dimensioni (280×193) è tra le più rappresentative della fase matura del maestro. Eseguita intorno alla metà del Cinquecento raffigura l’Annunciazione attraverso un sapiente uso di colori, luci e bagliori che svelano preziosi dettagli come l’oro nelle vesti dell’Angelo o i contorni stemperati delle nuvole o del paesaggio.

Il Museo Diocesano compie vent’anni

Per l’anniversario, accanto all’Annunciazione di Tiziano, il Museo Diocesano riveste la parete esterna che affaccia su corso di Porta Ticinese con il murale Icons del collettivo artistico Orticanoodles che ritrae alcune opere della collezione del museo insieme ai volti delle icone religiose milanesi quali Sant’Ambrogio, San Carlo Borromeo e il Cardinale Martini.

Dal 25 novembre le sale del Museo Diocesano ospiteranno il Presepe Londonio, il capolavoro d’arte sacra del Settecento opera del lombardo Francesco Londonio, donato nel 2018 da Anna Maria Bagatti Valsecchi.

Nella giornata di sabato 6 novembre l’ingresso al Museo Diocesano è gratuito fino alle ore 18.00. Alle 21.00 nella Basilica di Sant’Eustorgio sarà possibile assistere gratuitamente (con prenotazione obbligatoria) all’esibizione di Laura Marzadori, primo violino di spalla dell’orchestra del Teatro alla Scala di Milano che eseguirà musiche di Mozart e Beethoven.

Tante belle occasioni da non perdere.

HTML tutorial