De Angeli - La Maddalena
De Angeli - La Maddalena

De Angeli di nome faceva Ernesto: no, la voce della metro il nome di battesimo non lo dice, ma è proprio lui. Come spesso accade si conosce solo una parte: oggi vi raccontiamo quella che potrebbe mancarvi.

 

Nato a Laveno nel 1849 frequentò il liceo Beccaria a Milano, ma a causa della morte del padre lasciò la scuola per iniziare a lavorare nel Cotonificio Cantoni. Solo in seguito prese il diploma di ragioniere.

Nel 1872 fondò a Milano la società Ernesto De Angeli & C specializzata nella stampa dei tessuti a cotone; non ci volle molto tempo e l’azienda divenne una delle più importanti nel settore. Al suo fianco il cognato Giuseppe Frua: insieme ampliarono lo stabilimento e acquistarono una fabbrica ad Agliè.

Nominato senatore nel 1895, divenne socio di Benigno Crespi e di Giovanni Battista Pirelli.

Morì a Milano nel 1907: la società da lui creata continuò sotto l’attento sguardo di Giuseppe Frua.

Nota: De Angeli è una fermata della metropolitana ed una piazza. Lo stabilimento della società si trovava proprio qui. Ed ovviamente via Frua è molto vicina.

E c’è un’altra cosa che è bene sapere, per evitare che si dimentichi: siamo nella zona che fino a qualche decennio fa veniva chiamata “La Maddalena”: il nome deriva dalla colonna votiva che ancora oggi possiamo osservare. Eh sì, è lì da parecchi secoli.

Certo la zona è molto cambiata: lo abbiamo visto con la storia di Ernesto De Angeli e di quello che proprio qui ha fatto. Ma se guardate qualche vecchia foto, magari di inizio secolo, lo scorso, riuscirete a trovare quello che è rimasto.

In rete si vede abbastanza spesso una foto proprio dell’attuale piazza De Angeli completamente sommersa dall’acqua: vedrete persone in barca (l’abbiamo messa come copertina a questo articolo) ed altre con il Gamba de’ Legn attraversa la piazza. Era l’acqua dell’Olona che ogni tanto… usciva ed allagava tutto.

de angeli
de angeli
Articolo precedenteSe Parla Milanes – trovate la differenza
Articolo successivoPalazzo Archinto in via Olmetto
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

2 Commenti

Comments are closed.