Dairago, un viaggio tra storia antica e bellezze nascoste

Più letti

Dairago, un piccolo borgo situato nella periferia settentrionale della provincia di Milano, si trova a Nord Ovest della vivace metropoli milanese, in un’area ancora parzialmente circondata dai boschi.

Le prime tracce documentate di Dairago risalgono all’anno 922, con una pergamena che menziona la Pieve di San Genesio di Dairago. Si tratta di una chiesa importantissima, che esercitava la sua giurisdizione su ben 46 chiese, come riportato nel Liber notitiae sanctorum Mediolani di Goffredo da Bussero datato al 1280.

Nel corso dei secoli, San Genesio vide declinare la sua importanza con le chiese che erano sotto la sua giurisdizione, che gradualmente divennero parrocchie autonome. La famiglia più influente a Dairago fu quella dei Dalla Croce con vari membri che ricoprirono ruoli ecclesiastici importanti, mantenendo stretti legami con il potere religioso.

Tra il XVI e il XVII secolo, il controllo del territorio passò attraverso diverse famiglie feudatarie, dai Maggi ai Lossetti Mandelli, fino alla fine del XVIII secolo, quando il potere feudale venne abolito.

Nel 1865, Dairago venne unito a Busto Garolfo  e successivamente ad Arconate, ma ritornò ad essere un comune autonomo nel 1957. Nel corso del XX secolo, con l’avvento delle industrie, l’economia del comune si trasformò da agricola a industriale.

Dairago e i suoi tesori nascosti

La parrocchia di San Genesio, che si trova in piazza Don Carlo Lotti, è senz’altro uno degli edifici da visitare per l’importanza che ha ricoperto nel corso dei secoli. Gli scavi effettuati nel 1997 hanno riportato alla luce un sacello pagano e un edificio paleocristiano su cui si sviluppò la chiesa romanica e poi quella medievale del XII secolo.

La chiesa che vediamo oggi è frutto di un rifacimento risalente alla fine del XIX secolo che vide la realizzazione della facciata, la costruzione del coro e della sacrestia. Dell’antico campanile gotico rimane solo una porzione del basamento, la parte che si innalza, dove sono posizionate sei campane fuse da Pasquale Mazzola,  risale al 1892.

Spostandoci verso Legnano incontriamo il Santuario della Madonna in Campagna, risalente al 1522. Al suo interno è conservato un affresco della Madonna del Latte proveniente dalla chiesa longobarda di San Nazario. L’iconografia è tipicamente bizantina: la Madonna ed il Bambino hanno lo sguardo fisso sui fedeli e hanno gli occhi a mandorla.

Oltre a questi, il borgo vanta anche il Palazzo Camaòòn, costruito nel 1550, e la Torre Belvedere, edificata nel 1812, che testimoniano la ricchezza storica e artistica di Dairago.

Dairago, come molti altri comuni della provincia di Milano, custodisce preziose testimonianze storiche. Se state pianificando una visita a Dairago, non perdetevi l’opportunità di esplorare questi affascinanti luoghi carichi di storia e cultura!

Dairago
Dairago

 

Ultime

Quanto costa realizzare un sito web a Milano?

Se sei un imprenditore o un professionista che desidera portare la propria attività online, una delle prime domande che...

Potrebbe interessarti