Buccinasco. Oggi non ci allontaniamo troppo, ci troviamo a sud ovest di Milano a una decina di chilometri dal centro. Sulle origini di Buccinasco non si hanno notizie certe ma si presume che risalgono al periodo compreso fra il 600 e il 300 a.C.

 

Il primo documento che attesta l’esistenza del borgo risale al 1290. Si tratta di un elenco delle chiese esistenti in quell’anno nel territorio milanese. Buccinasco apparteneva alla Pieve di Cesano Boscone.

Nel corso dei secoli il comune ha sempre mantenuto un impronta prettamente agricola ed era costituito da tre villaggi: Buccinasco Castello che era il borgo vero e proprio, Romano Banco e Gudo Gambaredo più periferiche e immerse in aperta campagna. Negli anni ’60, con il repentino aumento della popolazione dovuto ad una forte immigrazione, la frazione di Romano Banco si è ingrandita ed è diventata sede del Comune. Ad essa si sono fuse Grancino e Rovido. Buccinasco Castello è così diventato una frazione.

Buccinasco: cosa vedere

buccinasco
buccinasco

Buona parte del territorio di buccinaschese è situato nel Parco Agricolo Sud Milano dove si trovano diversi laghetti artificiali. Imponente la presenza del Castello Visconteo, una delle più antiche architetture della zona. La sua costruzione infatti risale alla fine del Trecento. E’ costituito da un monoblocco a pianta quadrata in mattoni a vista. A piano terra vi è un elegante colonnato formato da cinque campate, al primo piano un loggiato a dieci campate. Evidenti le modifiche apportate nel corso del ‘400 e ‘500. Si nota infatti una certa irregolarità nella collocazione di molte finestre e nella diversa fattura e dimensione che le caratterizza.

Sul territorio sono dislocate diverse cascine molte delle quali ancora attive. Fra queste la Cascinazza che da edificio agricolo si è trasformata, nel 1971, nel Monastero Benedettino SS. Pietro e Paolo. Vi è poi la Cascina Robbiolo, tra le più antiche della zona, risalente al XII secolo. Cascina Fagnana, nata nel 1400, oggi sede della biblioteca comunale.

Da vedere, infine, la Chiesetta San Michele dove è conservato un pregevole affresco del 1480 che rappresenta la Crocifissione.