San Benedetto Po si trova in provincia di Mantova ed è stato riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia.

 

La sua storia è legata indissolubilmente all’Abbazia di Polinare che fu uno dei siti cluniancensi più importanti dell’Europa Medievale.

Venne fondata nel 1007 da Tedaldo di Canossa e il suo sviluppo fu reso possibile dalle donazioni di terreni elargite dalla famiglia stessa. Matilde Canossa aveva a cuore l’abbazia e la donò al Papa prima di morire. Il Papa ne affidò la gestione all’abate francese Ugo di Cluny che se ne occupò fino alla sua morte avvenuta nel 1109.

Nel 1115 quando Matilde morì,  venne sepolta nel monastero secondo il suo volere. Successivamente si alternarono periodo di rinnovo a periodi di decadenza. Nel XIV secolo si effettuò la deviazione del Secchia nel Po in località Mirasole per bonificare la zona di San Benedetto Po.

Sotto i Gonzaga l’abbazia viene assegnata alla congregazione di Santa Giustina di Padova che provvede a fare dei lavori di ristrutturazione beneficiando del valente lavoro di Giulio Romano, importante architetto e pittore rinascimentale e manierista. L’arrivo di Napoleone fu funesto. Il 9 marzo 1797 fu decisa la soppressione dell’abbazia.

Se venite da queste parti l’abbazia è davvero molto bella da visitare, come il Museo Civico Polironiano e il Palazzo Gonzaga di Vescovado a Portirolo. Palazzo Gonzaga è una corte rurale fortificata che sorge su uno dei terreni donati da Matilde Canossa ai monaci dell’abbazia di San Benedetto in Polirone.

Dopo le visite che hanno appagato la nostra sete di sapere ci sta venendo una certo appetito. Andiamo quindi alla ricerca di un posto che possa offrire le specialità gastronomiche locali: tortelli di zucca, risotto alla pilota, tagliatelle all’ anatra, risotto con asparagi, stracotto d’asino, luccio in salsa. E come dolci la sbrisolona, la torta di tagliatelle, l’helvetia, il bussoleno e l’anello di Monaco.

C’è davvero l’imbarazzo della scelta a San Benedetto Po.

san benedetto po
san benedetto po