fbpx

Cosa vedere a Milano? Molto più di quanto possiate immaginare! Milano è la città del business, della moda ed è anche una città d'ARTE! Girando per le strade milanesi, avrete modo di riscoprire una storia lunga più di 2000 anni. Milanodavedere vi accompagna ogni giorno alla scoperta dell'arte, della cultura e della storia milanese!

Franciacorta, terra di bollicine

Più letti

Franciacorta, siamo nel cuore della Lombardia, in una splendida zona collinare che si estende per circa 200 chilometri quadrati e che comprende 19 comuni della provincia di Brescia: da Iseo a Ome, da Adro a Cellatica, da Rovato a Rodengo Saiano dove, nei terreni ricchi di minerali, le coltivazioni di viti regalano un vino di notevole qualità.

Le prime tracce di vigneti risalgono all’epoca preistorica. Grazie alle condizioni climatiche favorevoli ed alla ricca conformazione dei terreni le coltivazioni hanno garantito una produzione costante nel corso dei secoli. Ma è grazie soprattutto dell’operato dei monaci, che si sono insediati nel territorio nel corso del tempo, che questa continuità ha prosperato senza sostanziali interruzioni.

La Franciacorta può vantarsi della presenza di un ospite illustre: il sommo poeta Dante Alighieri che, da esule, trovò rifugio alla corte dei Lantieri a Paratico e poi a Capriolo. In questo periodo, caratterizzato da lotte e intrighi, la produzione vitivinicola conobbe un periodo di stasi ma, con la Signoria di Pandolfo Malatesta, tornò la pace e la ripresa a pieno regime dell’attività agricola.

Nel 1426 a Gussago, con la congiura dei guelfi, Brescia passò alla Repubblica Veneta. Alla fine del XV secolo il territorio venne suddiviso in 3 distretti, ognuno con il suo capoluogo: Gussago, Rovato e, solo in parte, Palazzolo. Nel 1509, sotto la dominazione della Serenissima, in guerra contro la Francia, avvenne una ribellione nota come i Vespri della Franciacorta dove la popolazione reagì e insorse contro il francesi. La Franciacorta tornò libera solo con l’arrivo di Napoleone.

Nei primi anni ’60 nacquero le prime cantine e, da lì a poco, diversi imprenditori bresciani investirono nel settore vinicolo. Nell’ultimo ventennio la commercializzazione di bollicine ha assunto un’importanza rilevante e ha guadagnato la Denominazione di Origine Controllata e Garantita grazie all’alto livello di qualità raggiunto.

Oggi, percorrendo la Strada del vino, passeggiando tra gli splendidi vigneti, si possono raggiungere le cantine del territorio dove, con un ottimo bicchiere di bollicine in mano, potremo rilassarci e godere del bel panorama della Franciacorta.

franciacorta
franciacorta – foto di https://www.bresciatourism.it/

3 Commenti

Comments are closed.

Ultime

Joe Bastianich, 2 volte a Milano

Il grande successo dell’esperienza Joe’s American Barbecue al Mercato Centrale di Milano ha spinto Joe Bastianich e i suoi...

Potrebbe interessarti