fbpx

La Mela Reintegrata, l’opera che ricongiunge l’umanità alla natura

Più letti

La Mela Reintegrata è un’opera di Michelangelo Pistoletto situata in piazza Duca d’Aosta, di fronte alla Stazione Centrale.

Creata in occasione di Expo 2015 e presentata in piazza Duomo durante la festa di inaugurazione del progetto del FAI “Via Lattea”, la Mela Reintegrata è stata la protagonista di una performance che ha coinvolto 240 persone.

Sulle note de “Il Terzo Paradiso” dei Subsonica i volontari hanno raggiunto il centro della piazza portando delle balle di fieno (fornite dalle cascine del Parco Agricolo Sud Milano) e hanno costruito intorno alla mela Il Terzo Paradiso, ossia una riconfigurazione del segno matematico dell’infinito che, per Pistoletto, rappresenta la fusione tra il paradiso naturale e il paradiso artificiale.

La Mela Reintegrata, l’opera che ricongiunge l’umanità alla natura

La mela di 8 metri di altezza, 7 di diametro e 11 tonnellate di peso per l’occasione è stata rivestita da un prato verde naturale. La “Via Lattea” 2015 ha avuto l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’immenso patrimonio di natura e cultura della cintura agricola che circonda Milano con lo scopo di recuperare il legame simbolico tra la città e i suoi dintorni agricoli.

Donata a Milano grazie ad un accordo tra Michelangelo Pistolotto, il FAI ed il Comune, è stata collocata definitivamente in piazza Duca d’Aosta nel 2016. Non a caso, visto che la Mela Reintegrata è un’opera simbolica che si apre al mondo, così come la stazione apre la città al mondo.

“il simbolo della mela attraversa tutta la Storia che abbiamo alle spalle, partendo dal morso, che rappresenta il distacco del genere umano dalla Natura e l’origine del mondo artificiale” Ha spiegato Michelangelo Pistoletto. “La Mela Reintegrata rappresenta l’entrata in una nuova Era, nella quale mondo artificiale e mondo naturale si ricongiungono generando nella società un equilibrio esteso a dimensione planetaria.”

“il simbolo della Mela Reintegrata rappresenta la ricomposizione degli elementi opposti: natura e artificio. La mela significa natura; il morso della mela significa artificio, così come lo vediamo utilizzato in un marchio di computer mondiale diffuso, posto ad emblema della tecnologia che sostituisce integralmente la natura. Con la Mela Reintegrata l’artificio assume il compito di ricucire la parte asportata dal morso e ricongiungere l’umanità alla natura, anziché continuare ad allontanarla da essa.”

Ultime

Arengario di Monza, antico palazzo comunale

L’Arengario di Monza, antico palazzo comunale situato in piazza Roma, è uno degli edifici simbolo della città. Risalente al XIII...

Potrebbe interessarti