fbpx

Cosa interessa ai milanesi: cultura e rispetto delle regole. Ambiente? Poco

Un’analisi DeRev per Wired ha individuato sui social media i temi caldi per i cittadini delle 5 principali città interessate dalle prossime elezioni amministrative.

Più letti

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

Cosa interessa ai milanesi? Tanta cultura e rispetto delle regole, poco (o niente) di ambiente: ecco di cosa dovrebbero parlare i candidati sindaco di Milano

La pancia e la testa dei milanesi non si accende a parlare di ambiente. La sorprendente rivelazione arriva da un’analisi che DeRev, azienda di servizi e strategia digitale, ha realizzato per Wired in vista dell’appuntamento alle porte con le elezioni Amministrative per individuati gli argomenti capaci di sollecitare l’interesse e generare le reazioni degli utenti delle singole comunità.

Prendendo in considerazione i 300 articoli che hanno prodotto più interazioni sui social (Facebook e Twitter), pubblicati dal 1 aprile al 13 luglio 2021 su media mainstream ed indipendenti, sono stati selezionati quelli che hanno generato più engagement; una successiva suddivisione in macro aeree (cluster) ha permesso di isolare temi chiave che hanno determinato un quadro di argomenti ai quali la cittadinanza si è mostrata maggiormente sensibile.

Cosa interessa ai milanesi: cultura e rispetto delle regole

Cosa interessa ai milanesiSecondo i risultati dell’analisi, praticamente affatto l’ambiente, così come l’identità cittadina. Ma se la seconda non desta scalpore, il primo appare un fulmine a ciel sereno viste – come fa notare Wired – le annose problematiche legate all’inquinamento dell’aria.

“In realtà – ha spiegato Claudio Calveri, digital strategia di DeRev che ha guidato il team di analisti – forse la spiegazione sta proprio in questa sorta di assuefazione al tema, come si trattasse di una piaga alla quale una comunità ha finito per rassegnarsi. Resta comunque un’indicazione forte per la progettazione e la gestione comunicativa delle campagne elettorali: certamente chi ha programmi fortemente connotati dai temi ambientali, sa che può contare su un elettorato di nicchia ben definito, ma a voler conquistare voti in un bacino più ampio, non sembra si possa contare sullo spirito ecologista. Ma anche senza evocare fini così espliciti, si rischia di portare sul palco un tema che non ha un grande uditorio, e quindi di essere ignorati”.

 Dalla parte opposta della scala, troneggia invece la cultura. A Milano si registra una sensibilità particolarmente spiccata al settore, soprattutto se declinato in servizi per la cittadinanza (iniziative, progetti, luoghi), con un risultato di 383.017 interazioni social nel periodo considerato: il valore più alto se non si considera lo strapotere dell’argomento Covid che ha, comunque, ogni primato assoluto. Subito a seguire, con 352.677 interazioni, il tema Decoro urbano che, nelle indicazioni metodologiche della ricerca, è definito in stretta relazione con il civismo, ovvero con il rispetto delle regole e della convivenza civile. Più tiepido l’interesse per i traporti (145.687) e decisamente inferiore per Animali (49.640) e Turismo (30.989).

cosa interessa ai milanesi
cosa interessa ai milanesi