domenica,14 Luglio,2024
HomeVescoviMona, tra Corbetta e Milano

Mona, tra Corbetta e Milano

Mona, il quinto. Di lui abbiamo pochi dati. Ed alcuni anche confusi..

Leggenda vorrebbe che si in realtà il suo nome fosse Simone della famiglia nobile dei Borri. E come per i suoi predecessori ( in realtà tutti fino al nostro Patrono Ambrogio) le date sono assai confuse e …spostate all’indietro (secondo la Datiana historia ecclesiae Mediolanensis Mona sarebbe stato vescovo da 195 al 251… )

Basandoci invece sul Martirologium Romanum apprendiamo che alla morte del suo predecessore, Calimero, mentre si discuteva su chi eleggere, Mona fu avvolto da una luce divina. Indovinate un po’ chi venne scelto?

Mona, tra Corbetta e Milano

Durante il suo episcopato si narra che suddivise Milano in parrocchie e pievi: si narra appunto, ma oggi sappiamo che questo avvenne molto, ma molto dopo.

Fu proprio lui a fondare il primo nucleo della chiesa di Corbetta, proprio dove i Borri, che si consideravano suoi eredi, fecero restaurare nel XVII secolo una cappella in suo onore. Ancora oggi nel museo del Santuario Arcivescovile della Beata Vergine dei Miracoli, si può vedere un dente del Santo

Un dente a Corbetta, ma la tomba è per volere di San Carlo Borromeo nel Duomo di Milano da 1576.

San Mona, sul calendario il giorno della sua morte, il 25 marzo ma per il calendario liturgico ambrosiano il 12 ottobre, anniversario del riconoscimento delle reliquie.

A tal proposito

Più letti