casa dei panigarola
casa dei panigarola

Casa dei Panigarola: dove se non in piazza Mercanti?

 

Già: la piazza che potrebbe essere la più bella di Milano (attendiamo con impazienza il termine dei lavori al Palazzo delle Ragione) è circondata da palazzi che bisogna assolutamente conoscere.

La Casa deve il nome ad una famiglia di notai che qui avevano il loro ufficio che mantennero fino al 1741. L’ufficio era molto importante perchè era il luogo dove si registravano i decreti, gli atti pubblici ed alcuni atti privati.

Casa dei Panigarola: segni nascosti

L’edificio nasce dalla sistemazione di strutture preesistenti nel 1433 e la facciata  fu un progetto di Giovanni Solari del 1466: quattro secoli dopo ancora una volta Luca Beltrami ci mise le mani, aggiungendo la monofora ( finestra sormontata da un arco con una sola apertura, solitamente stretta) al piano superiore.

Almeno fino al 1785 la Casa dei Panigarola si poggiava all’abside della chiesa di San Michele del Gallo; quello che vediamo oggi è il frutto di tanti lavori di restauro fatti sopattutto agli inizi del 1800.

Da un paio di anni al piano terra il ristorante Ai Mercanti non c’è più e stiamo aspettando di capire chi arriverà o quale sarà la destinazione di questi spazi. Accanto invece le scale che portano alla rampa sospesa che dà accesso proprio al Palazzo della Ragione. Se avete modo, guardate con attenzione la pavimentazione prima di prendere la scale: troverete qualche cosa di molto familiare.

Casa dei Panigarola: la lapide murata

E fate caso anche alla lapide murata: è del 1448 e porta la firma di Tommaso da Caponago, un giureconsulto che qui spiega i rischi che si corrono ad andare per…vie legali.

Per chi come il sottoscritto il latino è materia oscura, ecco la traduzione: “Le discordie corporali sorgono nelle controversie delle cause, avviene la perdita delle spese, il lavoro della mente è esercitato, il corpo, ogni giorno è affaticato molti ed inonesti crimini da qui derivano, le opere buone ed utili sono ritardate e coloro che spesso credono d’ottenere
più frequentemente soccombono e se ottengono, conteggiate le fatiche e le spese,
nulla acquistano″

casa dei panigarola - targa -foto giovanni dall'orto
casa dei panigarola – targa -foto giovanni dall’orto