fbpx
32 C
Milan
mercoledì 24 Febbraio

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano l'argomento. Mi perdonerete se anche...

San Siro, molto più di uno stadio

Più letti

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano...

Rotonda di San Lorenzo a Mantova

Siamo a Mantova ed eccoci davanti alla Rotonda di San Lorenzo. E' la chiesa più antica della città e già...

Fonderia Napoleonica Eugenia, suono di campane

Fonderia Napoleonica Eugenia si trova in via Genova Thaon di Rivel a Milano nel quartiere Isola. Oggi è un...
Elisabetta Piselli
Elisabetta Piselli
Amo da sempre le parole, mi piace sceglierle, dosarle e scriverle. Mi occupo di Digital Pr e Ufficio Stampa. Scrivo da anni sul blog di Milano da Vedere, dove amo raccontare le emozioni che mi trasmette la città. Scrivo anche su Mi-Tomorrow. Organizzo, per Milano da Vedere, l'evento Se Parla Milanes, che ogni anno diventa più grande e più bello...

San Siro è uno dei simboli di Milano.

Fa parte della storia della città, ed è amato alla pari di un monumento. Perchè in effetti, lo è! In questi mesi si sta discutendo della sua sorte futura, e poco della sua storia…

Ecco tre cose che forse non tutti sanno di lui.

Inaugurato nel 1926, è stato fortemente voluto dall’allora Presidente del Milan Piero Pirelli. Per diversi anni fu lo stadio del Milan e venne acquistato dal Comune di Milano nel 1935. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, vennero trasferite lì anche le partite in casa dell’Inter, fino ad allora disputate all’Arena Civica.

E’ lo stadio più capiente d’Italia e può ospitare 81.018 spettatori, ed è famoso in tutto il mondo. E da tutto il mondo vengono ogni anno turisti per visitarlo. Esiste infatti il Museo di San Siro, dove sono racchiusi cimeli di entrambe le squadre e il percorso include anche visita agli spogliatoi di Milan ed Inter e l’ingresso al campo che effettuano le squadre.

Finita la stagione calcistica, San Siro diventa il luogo preferito da cantanti nazionali ed internazionali che vogliono vivere l’emozione unica di esibirsi dentro lo stadio. E tra di loro ci sono stati cantanti come David Bowie, Bob Marley, Michael Jackson, Madonna e Bruce Springsteen.

Ecco perché è difficile pensare ad una Milano senza San Siro, perché lui fa parte della storia di tutti noi.

San Siro è un monumento
San Siro è un monumento

Articolo precedenteEvviva Meneghino
Articolo successivoEl tredesin de Marz

Leggi anche qui

Centri sociali, economia, finanza e Leonardo: tutto in zona Lotto

Arrivando con la metropolitana a Lotto, sia che prendiate la linea 2 o la 5, appena usciti in superficie...