fbpx

Quartiere Stadera: a casa della cantautrice NOVE

Più letti

Venerdì 30 aprile 2021 è uscito Saturno, l’EP di debutto di Nove che segue la pubblicazione dei singoli precedenti Vocabolario e Numeri Pari.

Entriamo finalmente nel mondo elettronico, ossessivo e ironico-romantico della cantautrice ligure. Un nuovo capitolo dove si rinnova l’immagine enigmatica e allo stesso sfacciatamente pop di uno dei nomi più interessanti della nuova scena indipendente.

Siamo stati a casa sua, nel quartiere Stadera di Milano. Ecco cosa ci ha raccontato!

stadera - foto di Simone Pezzolati
stadera – foto di Simone Pezzolati

Stadera, a casa di NOVE

Quali sono gli spot immancabili della zona di Stadera?
La colazione al baretto sotto con cappuccino di soia e brioche, il centro estetico che ormai è diventato il mio “centro chiacchiere” preferito e la sosta al fioraio più profumato di Stadera.

Come ti trovi qui? E in che modo ha influenzato il tuo lavoro su Saturno?
Mi trovo molto bene. Da quando mi sono trasferita a Milano sono sempre stata in questa zona; ho cambiato anche casa ma non mi sono mai allontanata da Stadera. Sicuramente gli alberi, strade e palazzi della zona hanno influenzato molto il mio Ep visto che, durante i vari lockdown, fare passeggiare intorno a casa era il massimo della libertà fisica e mentale. Penso ormai di conoscere a memoria ogni singolo centimetro quadrato di Stadera.

In quale zone di Milano nasce Saturno?
Saturno nasce tra Stadera e vari posti fuori Milano tra cui Bellusco (MB), dove ha lo studio il mio produttore, e Genova che è la mia città d’origine.

Senza guardare. Cosa vedi dalla finestre del tuo appartamento?
Vedo un albero di… di non l’ho ancora capito; so solo che in primavera fa dei fiorellini bellissimi sul bianco. Sempre dalla piccolo balcone vedo dei giardini, dei palazzi in lontananza e una casa che qui chiamiamo “quella del grande fratello” perché è fatta tutta a vetrate.

E il disco sarebbe nato anche se non fossi stata qui?
Non penso… o meglio, sarebbe nato ugualmente però non sarebbe stato ‘Saturno’ ma magari un altro viaggio.

Come e dove ti immagini i tuoi primi concerti?
Ora come ora me li immagino in un posto all’aperto, magari in uno di quei locali bellissimi con il giardino all’interno, e spero questo accada tra pochissimo tempo. Io sono già pronta.

NOVE stadera - foto di Simone Pezzolati
NOVE stadera – foto di Simone Pezzolati

Ultime

Trasforma il tuo ufficio in una Bottle Free Zone con BWT

Evitare che il nostro “Pianeta Blu” si trasformi in un “pianeta di plastica” passa anche dalle pareti dell’ufficio. I...

Potrebbe interessarti