lunedì,20 Maggio2024
15.3 C
Milano

Gufi, irriverenti senza tempo

No, no stiamo a quel tipo di animale notturno. Per noi i Gufi sono altro.

Calzamaglia nera, bombetta e dialetto irriverente. Icone, senza dubbio. Gianni Magni, Nanni Svampa, Lino Patruno e Roberto Brivio, ecco i nomi dei quattro geni che hanno segnato un’epoca, lasciando gli ultimi colpi di coda di quella cultura popolare milanese in via di estinzione.

Il nucleo del gruppo era la coppia Svampa Patruno, milanese appassionato di canzoni popolari il primo, crotonese e grandioso jazzista il secondo. Ai due si aggiungono Magni e Brivio e nascono I Gufi, siamo nel 1964.

Magni è un istrione e diventa subito il frontman del quartetto, sorretto dalla vena compositiva di Brivio e Svampa. Con la tecnica di Patruno alla chitarra si decide di creare concerti- cabaret, un mix unico e che funziona immediatamente.

Si comincia ad esibirsi al Derby per arrivare già nel 1966 alla RAI portando il dialetto milanese nelle case di tutta Italia.

Un momento d’oro per la comicità e la canzone milanese, con Gaber, Jannacci, Celentano… il cantastorie, il cantamimo, il cantamusico ed il cantamacabro incidono dischi a ripetizione e portano le loro bombette in giro per tutta la penisola, toccando l’apice nel ’68, in pieno periodo di protesta.

Il soggetto del nuovo album è politico e già lo si capisce bene dal titolo “Non spingete, scappiamo anche noi” subito trasformato nell’omonimo spettacolo teatrale, di grande successo.

L’ironia e le risate si fermano l’anno successivo che vede lo scioglimento del gruppo. Indossano di nuovo la bombetta nel 1981 per quaranta apparizioni sulla nuovissima rete Antenna 3, dopo di che i quattro tornano ai loro progetti. Un’epoca finisce. Satira, nonsense, ironia, teatro e dialetto.

La cultura popolare milanese diventa semplice memoria. Oppure no?

Gufi
Gufi

Di cosa parliamo

Varzi: una meta imperdibile!

Varzi, un gioiello medievale incastonato nell'Oltrepò Pavese, sorge al...

Corsa contro il tempo per la nuova pista da bob

Il cronometro continua a ticchettare implacabile mentre Milano-Cortina 2026...

Buccinasco, un connubio perfetto tra storia, cultura e natura

Buccinasco è un comune situato a sud-ovest di Milano,...

A Maccagno dal Luini: venite con noi?

Se sei alla ricerca di un'esperienza indimenticabile e desideri...

Ristorante Voglia, dove cibo ed eros si fondono in un’esperienza unica e coinvolgente

Nel cuore di Porta Venezia a Milano, l'audace visione...

Consigliamo:

Varzi: una meta imperdibile!

Varzi, un gioiello medievale incastonato nell'Oltrepò Pavese, sorge al...

Corsa contro il tempo per la nuova pista da bob

Il cronometro continua a ticchettare implacabile mentre Milano-Cortina 2026...

Buccinasco, un connubio perfetto tra storia, cultura e natura

Buccinasco è un comune situato a sud-ovest di Milano,...

A Maccagno dal Luini: venite con noi?

Se sei alla ricerca di un'esperienza indimenticabile e desideri...

East Market, domenica 19 maggio torna l’appuntamento con il vintage

Nuovo appuntamento con East Market, l’evento del vintage milanese...

Scegliere i giocattoli perfetti per i bambini: come fare

I genitori spesso sottovalutano il valore educativo dei giocattoli,...

Peschiera Borromeo, a spasso tra cascine e castello

Peschiera Borromeo,  incantevole comune situato nell'area a sud est...

A proposito di..

A voi la scelta