fbpx

Rispunta l’antica Milano nel cantiere della M4 di San Vittore

Più letti

L’antica Milano torna alla luce del sole: nel cantiere della M4 affiorano le ossa della necropoli esistita a partire dall’epoca romana fino al sedicesimo secolo, nell’area di San Vittore e Sant’Ambrogio.

Durante gli scavi per la realizzazione della M4, la futura linea blu della metropolitana, nel 2018 è riemersa una porzione del muro del mausoleo di Massimiano, l’imperatore che qui volle erigere un grande monumento funerario dedicato alla sua famiglia. Un ritrovamento prezioso che oggi è possibile visitare, in parte, accedendo dalla basilica di San Vittore al Corpo grazie al Touring Club.

Rispunta l’antica Milano nel cantiere della M4 di San Vittore

La necropoli dell’antica Milano è tornata alla luce in più fasi nei pressi del mausoleo. Durante gli scavi nella zona è stata scoperta una seconda necropoli che ha restituito oltre 250 scheletri e i resti di un cavallo. Più che di scoperta è corretto parlare di conferma, dal momento che l’esistenza di una necropoli in quest’area era già nota alla Sovrintendenza Archeologica, Belle arti e paesaggi della Città metropolitana di Milano.

Anche per questo è stato deciso di adibire il cantiere a funzione prevalentemente logistica, per evitare di avere un impatto negativo sulla realizzazione dei lavori della M4. Il ritrovamento dei reperti necessita  infatti di una procedura delicata, tale da garantire il recupero senza danni delle ossa che, in un secondo tempo, vengono analizzate e catalogate.

La Milano antica, testimone di un glorioso passato, torna ancora una volta alla luce dopo secoli di silenzio. La storia lascia un segno, racconta e insegna.

Ultime

Arengario di Monza, antico palazzo comunale

L’Arengario di Monza, antico palazzo comunale situato in piazza Roma, è uno degli edifici simbolo della città. Risalente al XIII...

Potrebbe interessarti