sabato,13 Luglio,2024
Home2024Milano città 30: le prime sette, poi venti e quindi 100

Milano città 30: le prime sette, poi venti e quindi 100

Milano Città 30 è ormai in procinto di diventare realtà.

Il Comune ha presentato un ambizioso piano per abbassare i limiti di velocità in prossimità di sette scuole cittadine, con l’intenzione di estendere tale misura a un totale di cento strade entro settembre.

Le prime sette vie selezionate sono: via Corridoni, dove si trova la scuola primaria Cuoco-Sassi, via Cardinal Mezzofanti con un asilo e una scuola primaria, via Sabatino Lopez con un asilo, via Oglio per la scuola dell’infanzia, via Graf e via Fara per altre scuole dell’infanzia, e via Imbriani per un’ulteriore scuola dell’infanzia.

Milano città 30: le prime sette, poi venti e quindi 100

Milano città 30: a fine giugno è previsto l’aggiornamento con altre venti strade, in un programma che mira a raggiungere rapidamente l’obiettivo di cento strade a 30 km/h. La selezione iniziale è stata effettuata in base a uno studio dell’Amat, l’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio del Comune di Milano, che ha individuato le strade con il maggior numero di incidenti, privilegiando quelle in cui sono presenti scuole e negozi.

Oltre alla riduzione dei limiti di velocità, il Comune prevede di riprogettare alcuni incroci per rallentare il traffico automobilistico, utilizzando i “cuscini berlinesi”, innovativi dossi stradali che consentono alle biciclette di passare lateralmente senza ostacoli. Inoltre, sono previsti interventi per l’allargamento dei marciapiedi in alcune strade, migliorando così la sicurezza e il comfort dei pedoni.

Queste misure fanno parte di un impegno più ampio del Comune di Milano verso una mobilità urbana sostenibile e sicura, con particolare attenzione alla protezione dei più vulnerabili, come bambini e pedoni. Il tutto, anche in risposta alle critiche per l’elevato numero di vittime della strada negli ultimi anni.

A tal proposito

Più letti