fbpx

Angelo Motta: quante delizie grazie a lui

Più letti

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

Angelo Motta: fosse nato di questi tempi probabilmente lo incroceremmo spesso sulla M2 diretto verso casa, a Gessate. La metro non c’era ancora quando nacque, nel 1890, ma questo non impedì ad Angelo Motta di raggiungere la città e dar vita ad una delle aziende milanesi più famose.

Angelo Motta
Angelo Motta

L’insegna “Angelo Motta Pasticciere” era la meta di mezza Milano, accodata in via della Chiusa dove aveva sede il suo laboratorio dal 1919. Sulla bocca e nelle pance di tutti la bontà del suo panettone, il nostro dolce tipico ormai nazionalizzato. Talmente buono che nel 1925 apre un secondo laboratorio e nel ’28 una catena di negozi sparsi per la città, arrivando anche sotto i portici del Duomo.

La “M” del marchio campeggia ormai ovunque e nel 1937 diventa una Spa e negli anni ’50 arriva anche il mottarello a farci compagnia nelle nostre passeggiate estive.

Angelo ci lascia nel 1957, ma l’azienda prosegue la sua strada, fortunatamente. Di recente il marchio è tornato in Duomo, a ricordarci che la sua storia e la sua portata internazionale hanno origine qui.

Angelo Motta pasticceria la storia sede
Angelo Motta pasticceria la storia sede

spot_img