Parco Trotter, a spasso nella casa del sole

Più letti

Il Parco Trotter è un luogo storico di Milano situato nel rinomato quartiere Nolo, tra via Padova e via Giacosa. Circondato da un alto muro, ha conservato nel corso degli anni la sua unicità, salvaguardando la sua ricchezza botanica.

Verso la fine dell’Ottocento, con l’inizio dei lavori per la costruzione della Stazione Centrale di Milano, si rese necessario spostare la sede del Trotter che si trovava in piazza Doria (oggi piazza Duca d’Aosta). L’idea di trasferirlo nello splendido bosco tra via Militare dello Spluga (ora viale Monza) e via Postale Veneta (ora via Padova) prese forma.
Così, il 1° aprile 1906, il nuovo Trotter aprì i battenti, vantando una pista da corsa lunga ben mille metri.Durante l’estate del 1918, quest’area ospitò una colonia per bambini gracili, offrendo loro i benefici della vita all’aria aperta per migliorare la salute. I risultati positivi di questa iniziativa portarono alla decisione, nel 1924, di trasferire l’ippodromo a San Siro e di istituire una scuola all’interno dei giardini.

La metodologia educativa incentrata sull’apprendimento pratico e sull’osservazione si dimostrò efficace, seguendo l’approccio già sperimentato con successo negli Stati Uniti e nel Nord Europa. Le strutture del Trotter ospitarono inizialmente una scuola materna e successivamente una scuola di avviamento con laboratori femminili, dove le bambine imparavano i rudimenti per la gestione della casa e acquisivano capacità professionali. Al contempo, furono avviati corsi di formazione agricola e industriale per i maschi.

Un convitto fu istituito per accogliere i bambini il cui nucleo familiare era colpito da tubercolosi. In collaborazione con cooperative locali, vennero avviate attività agricole e un caseificio rudimentale, dove il latte prodotto dalle mucche veniva trasformato in prelibato formaggio fresco.

Trotter, un l’ex polo educativo più grande d’Italia

Il Trotter divenne il più grande polo educativo d’Italia, con oltre 1400 studenti e un convitto di 160 posti letto. Anche durante il periodo fascista, l’istruzione presso la scuola intitolata ad Umberto di Savoia mantenne la sua integrità e i suoi principi pedagogici.

Tuttavia, l’arrivo della Seconda Guerra Mondiale portò alla fine delle attività del trotter, che nel 1944 fu gravemente danneggiato dai bombardamenti. La scuola, rinominata Casa del Sole, riprese la sua missione educativa, mettendo in mostra il talento degli studenti sia in Italia che all’estero.

Trotter
Trotter

Ancora oggi, il Parco Trotter mantiene intatto il suo fascino, con la traccia dell’antica pista da corsa che si snoda lungo il viale circolare più ampio e un accogliente piazzale che si affaccia sull’ingresso da via Giacosa.

All’interno del parco, tra le varie specie vegetali, si trova il suggestivo parco delle farfalle e un orto curato amorevolmente dagli studenti delle scuole.

Trotter - Casa del Sole
Trotter – Casa del Sole

Ultime

Monastero di Santa Giulia, tesoro storico e spirituale nel cuore di Brescia

Il Monastero di Santa Giulia, prezioso scrigno intriso di storia e spiritualità, si erge maestoso nel cuore di Brescia,...

Potrebbe interessarti