Museo Bagatti Valsecchi: in mezzo alla moda

Via Gesù, Museo Bagatti Valsecchi. Milano non è solo moda. Lo abbiamo ripetuto allo sfinimento in questi anni ed è ancor più vero se si parla della Casa Museo Bagatti Valsecchi. Nel pieno del quadrilatero della moda, troviamo uno dei gioielli più splendenti della nostra città. Nel circuito ovviamente delle case-museo milanesi, qui si visita casa di fine ‘800. I baroni Bagatti Valsecchi decidono di ingrandire la propria casa per farne un’abitazione ispirata alle dimore rinascimentali.

I due fratelli Fausto e Giuseppe, sono entrambi laureati in giurisprudenza, ma preferiscono investire tutte le loro energie in questo progetto. A molti potrà sembrare una pazzia, ma il risultato è qualcosa di straordinario. Le sale in cui oggi entriamo sono uno spettacolo incredibile, belle, ma belle sul serio. Non dimentichiamo poi le collezioni. La casa viene costruita pensando già a come arredarla e sopratutto a come arricchirla con opere d’arte tra cui il Bellini, il Giampietrino, allievo di Leonardo e moltissimi altri.

I figli custodiscono l’opera dei padri fino al 1974 quando Pasino decide di dar vita alla Fondazione Bagatti Valsecchi e cedere il palazzo alla regione. Dal 1994 le porte si aprono ai milanesi. Il tutto è una suggestione del rinascimento lombardo, nel cuore della Milano mondana, che lascia a bocca aperta.


Torna alla pagina principale

Per conoscere davvero Milano comincia cliccando qui

Seguici anche su Instagram! Ecco nostra pagina! www.instagram.com/milanodavedere

Articolo precedenteCamminare – quattro passi in città
Articolo successivoSan Fedele – un salotto pieno di storia
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

1 commento