fbpx

Imprevedibile Milano, molto più di quello che possiate pensare

Più letti

Elisabetta Piselli
Amo da sempre le parole, mi piace sceglierle, dosarle e scriverle. Mi occupo di Digital Pr e Ufficio Stampa. Scrivo da anni sul blog di Milano da Vedere, dove amo raccontare le emozioni che mi trasmette la città. Scrivo anche su Mi-Tomorrow. Organizzo, per Milano da Vedere, l'evento Se Parla Milanes, che ogni anno diventa più grande e più bello...

Passeggiando per Milano ti accorgerai che in fondo è piccola, che tutto quel girare in tondo che fanno le strade serve solo a confondere e a disorientare. Che è un altro trucco per distogliere l’attenzione dalla bellezza dei palazzi, e da tutti i dettagli che rendono unica la nostra città.

Una cosa che ho imparato camminando per le strade di Milano, è che è sufficiente svoltare in una strada mai fatta per ritrovare il silenzio. Ogni volta che passando in auto sulla circonvallazione (interna o esterna poco cambia) si compone il pensiero “io qui non ci vivrei mai”, non si va oltre la strada che si sta percorrendo. Ogni casa che affaccia sulla circonvallazione, ha un retro solitamente più silenzioso e una serie di strade secondarie decisamente meno trafficate.

Basta scendere dall’auto e iniziare a camminare. Basta entrare in una viuzza laterale per restare interdetti dall’improvviso silenzio.

Perché Milano è così: imprevedibile. Riesce a stupirti sempre, anche se credi di conoscerla.  Lo stesso vale per il centro. Andando oltre lo “struscio” per CorsoVittorioEmanueleviaDanteviaTorino, si possono scoprire vie incredibilmente belle e silenziose. Questo è un’abitudine maturata negli anni per sfuggire al flusso di persone e al rumore.

E per imbattermi ogni volta in qualcosa di nuovo, in qualche negozietto che sembra sbucare dal nulla e per ritrovare una dimensione umana.

Da provare un sabato o una domenica in totale relax…

Scoprire Milano
Scoprire Milano

spot_img