fbpx

Primavera a Milano: una gran voglia di uscire

Più letti

Primavera a Milano, ci siamo. Almeno per quel che riguarda il calendario: sono già diversi giorni che il clima è assolutamente primaverile e fiori e piante hanno già colorato la città.

Lasciando perdere almeno per oggi il classico “non ci sono più le mezze stagioni” e tralasciando (anche se la preoccupazione c’è) il fatto che non è un clima normale quello che abbiamo ultimamente, passiamo a cose più leggere ovvero qualche suggerimento su cosa poter fare in queste belle giornate, non più fredde e non ancora troppo calde.

Prima di tutto, se non lo avete ancora fatto, non potete non passare ad ammirare da vicino quello che è il vero indicatore dell’arrivo della primavera a Milano: vi basta andare in Duomo e per una volta non fermarmi sul davanti, ma andare… sul lato B della nostra cattedrale. Non aggiungiamo altro: anche chi non ha idea di quello di cui stiamo parlando, arrivando sulla strada tra la cattedrale ed il palazzo della Veneranda Fabbrica del Duomo, la risposta sarà palese.

Altra cosa assolutamente da fare, magari dopo il 29 marzo quando sarà rimessa l’acqua nel naviglio, è una bella passeggiata tra i comuni che hanno la fortuna di avere in mezzo (o vicino) il passaggio del Grande. Da Castelletto di Cuggiono in giù, sono davvero dei posti meravigliosi che in primavera regalano profumi e colori davvero entusiasmanti. E per tutti i patiti come noi di storia, i luoghi che si possono ammirare sono davvero tanti. Ovviamente adatto anche a chi predilige la cucina: avete l’imbarazzo della scelta.

Rimanendo in città, non potete non provare un aperitivo in uno dei tanti locali con terrazza: la vista della città dall’alto verso sera è davvero da provare. Ad onor del vero ogni stagione è buona per apprezzare questa vista, ma in primavera c’è quel qualcosa in più.

Un altro suggerimento è quello di fare una passeggiata per il centro quando invece le luci del giorno si sono spente da qualche ora: provate ad arrivare in centro, per esempio, verso le 20.30 e fate una passeggiata di un’oretta osservando tutto quello che normalmente sorvolate per la fretta. Scoprirete un’altra città in un clima perfetto.

Provare per credere.

Articolo precedente18 Marzo 1848
Articolo successivoVe li ricordate?

Ultime

Niguarda, da antico borgo agricolo a quartiere cittadino

Niguarda è uno dei quartieri di Milano situato nell’area settentrionale della città. Borgo agricolo di 810 anime a inizio...

Potrebbe interessarti