fbpx

Ri-Aperti per voi: entrare nei luoghi simbolo della Milano antica… e non solo

Più letti

Ri-aperti per voi è il progetto del Touring Club Italiano che, dopo le chiusure dovute all’emergenza sanitaria, torna a far ammirare la bellezza di oltre 80 luoghi d’arte e cultura in tutta Italia.

A Milano, nel weekend del 27 e 28 novembre, i volontari del Touring Club Italiano riapriranno le porte di tre luoghi della città antica: l’Antiquarium Alda Levi in via De Amicis 17, la Cripta di San Giovanni in Conca in piazza Missori e la Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore, nota ai milanesi come San Nazaro in Brolo, situata nella piazza omonima.

L’Antiquarium Alda Levi è il luogo dove sono conservati i resti delle fondazioni dell’anfiteatro romano e dove, in un percorso museale, è racconta la storia del monumento. Aperto nel 2004 è situato nei locali di un ex convento di monache. Sabato 27 novembre sarà aperto dalle 10 alle 14.

Ri-Aperti per voi

La Cripta di San Giovanni in Conca è la parte superstite della Basilica di San Giovanni Evangelista situata al centro di piazza Missori, dove nacque uno dei più importanti edifici di culto paleocristiani di Mediolanum.

Nell’XI secolo la basilica fu completamente riedificata mantenendo le proporzioni dell’impianto originario del V e VI secolo d.C., ma in forma romanica e con la presenza di una cripta, unica parte superstite della basilica. Nel XIII secolo venne nuovamente ricostruita, in seguito alle distruzioni causate dal Barbarossa. Grazie a Ri-Aperti per voi il sito è visitabile sabato 27 novembre dalle 10 alle 13.

Da non perdere poi la visita a San Nazaro in Brolo, una delle chiese più antiche di Milano costruita tra il 382 e il 386 d.C.e consacrata dal vescovo Ambrogio con la deposizione delle reliquie dei Santi Apostoli. Dell’edificio ambrosiano sono rimasti la pianta e alcuni tratti di muratura, conservati nel rifacimento dell’XI secolo. Sabato 27 e domenica 28 novembre sarà visitabile dalle 10 alle 18.

Ri-Aperti per voi è davvero un’ottima occasione per visitare luoghi solitamente chiusi e scarsamente accessibili. Non mancate! Le visite sono gratuite ma a numero chiuso e per accedervi è necessario essere dotati di green pass.

HTML tutorial