Sant’Orsola è una via di Milano dedicata a una Santa che viene venerata in tutta Europa.

 

La leggenda racconta di Orsola, una giovane donna molto bella, figlia di un sovrano bretone, che venne chiesta in sposa dal principe Ereo. La ragazza si era segretamente consacrata a Dio. Per questo, consigliata in sogno da un angelo, chiese di poter rimandare la decisione di tre anni per avere il tempo di comprendere la volontà divina coltivando la speranza di riuscire a convertire il principe, pagano, al Cristianesimo.

I tre anni passarono e, di nuovo, un angelo in sogno la esortò a mettersi in viaggio via mare con undicimila donne vergini. E così fece. La flotta, di undici navi, arrivò nei pressi dell’Inghilterra e, dopo essersi imbattuta in una spaventosa tempesta, entrando dal Reno, raggiunse Colonia e poi Basilea. Da qui le donne si diressero a Roma in devoto pellegrinaggio.

Arrivate nella Città Eterna vennero accolte da papa Ciriaco. Tornando indietro, giunte a Colonia, vennero fermate. Il re degli Unni, Attila, aveva conquistato la città. Le donne vennero esortate da Orsola alla fermezza. I barbari non sentirono ragioni e, in un solo giorno, le trucidarono tutte, tranne Orsola, di cui Attila si era invaghito per la sua straordinaria bellezza. La chiese in sposa ma ella rifiutò. Per questo venne uccisa a colpi di freccia.

All’origine di questa leggenda c’è il ritrovamento di alcune reliquie rinvenute in una chiesa di Colonia. Da un’iscrizione trovata sul luogo si evince che questa era stata costruita nel luogo dove alcune vergini erano state martirizzate in nome della loro fede.

La vicenda di Sant’Orsola venne diffusa in epoca medievale e fu di ispirazione a diverse opere d’arte tra cui il ciclo pittorico di Vittore Carpaccio, oggi conservato nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia e il ciclo di affreschi di Tommaso da Modena, che oggi si trova nei Musei Civici di Treviso.

Sant’Orsola diventò la protettrice delle università e degli educatori nonché dei mercanti di tessuti e dei bambini malati. Una curiosità: le Isole Vergini, nel mar dei Caraibi, hanno questo nome perché, quando furono scoperte da Cristoforo Colombo, vennero dedicate a Sant’Orsola e alle undicimila vergini.

Sant'Orsola
Sant’Orsola