fbpx
32 C
Milan
lunedì 1 Marzo

Signore dell’Arte, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600

Dal 2 marzo al 25 luglio 2021, le sale di Palazzo Reale di Milano ospitano una mostra unica dedicata alle più grandi artiste vissute...

Giovanni Battista Barinetti, il sindaco avvocato

Più letti

Signore dell’Arte, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600

Dal 2 marzo al 25 luglio 2021, le sale di Palazzo Reale di Milano ospitano una mostra unica dedicata...

Olimpiadi 2026: un patto per promuovere le eccellenze a Km0

Mancano 5 anni alle Olimpiadi Milano Cortina 2026. Fondazione Milano Cortina e Confcommercio Lombardia e Veneto hanno siglato un protocollo...

Riqualifica giardino teresa Pomodoro in piazza Piola

Piazza Piola si trasforma: 21 alberi di ciliegio e undici panchine, oltre ad un nuovo percorso pedonale sono infatti...

Giovanni Battista Barinetti è stato un avvocato che tra il dicembre 1903 e il novembre 1904 è diventato Sindaco di Milano.

Figlio di un medico condotto nacque a Borghetto Lodigiano nel 1849. Frequentò la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università di Pavia dove si laureò nel 1873.

Trasferitosi a Milano dopo essere diventato avvocato iniziò a lavorare come consulente di alcune società industriali.

Esponente del Partito Radicale all’interno dello schieramento dell’estrema sinistra storica, Giovanni Battista Barinetti venne nominato consigliere e assessore nella giunta del Sindaco Giuseppe Mussi.

Si adoperò per promuovere gli Asili Notturni Lorenzo e Teresa Sonzogno, gli istituti di accoglienza creati per i poveri senza abitazione fondati nel 1884 da Edoardo Sonzogno e situati in via Pasquale Sottocorno a Milano.

Il Comitato promotore era composto da figure di spicco come il professore Lodovico Corrio, il deputato Giuseppe Mussi, il medico Gaetano Pini e il conte Carlo Borromeo che ne divenne Presidente. La stessa investitura venne ricoperta successivamente dall’avvocato Giovanni Battista Barinetti.

Entrò inoltre nel Consiglio di Amministrazione dell’Università Bocconi e venne nominato presidente della Canottieri Olona. Nel dicembre del 1903 diventò Sindaco di Milano in seguito alle dimissioni rassegnate da Giuseppe Mussi a causa del suo disaccordo sulla municipalizzazione dell’energia elettrica. Era tuttavia un momento di equilibrio precario, nella maggioranza c’erano tensioni e discordie che, nel novembre del 1904, portarono il Barinetti a rinunciare al suo incarico.

Nel 1906 fu nominato Presidente onorario dell’Esposizione internazionale di Milano, l’Expo di inizio Novecento, che si tenne nell’area del Parco Sempione e nell’area dove oggi si trova la Fiera di Milano.

Giovanni Battista Barinetti morì nel 1942. Riposa al cimitero Monumentale. Milano ha intitolato al suo sindaco un via che costeggia il Giardino Valentino Bompiani e che unisce via Vincenzo Monti con via Comerio.

Giovanni Battista Barinetti
Giovanni Battista Barinetti

Leggi anche qui

Pietro Tempesta, quanta passione!

Pietro Tempesta è una via di Milano che collega piazzale Zavattari con via Monte Rosa. Dietro al nome di...