tutta mia la città
tutta mia la città

“Tutta mia la città, un deserto che conosco”…. così recitava una canzone dell’Equipe 84, gruppo che i più giovani forse non hanno mai sentito, ma che a “il secolo scorso” ha venduto davvero tanti tanti dischi.

Ma non voglio parlarvi di musica, ma guarda un po’ di Milano e di una cosa curiosa che ho notato ultimamente.

Come avrete avuto modo di vedere, mi capita ed anche spesso, di girare la città in sella alla mia vespa elettrica (grazie alla collaborazione con Denicar) e un po’ per il centro un po’ per le periferie, cerco di raccontare attraverso le immagini la bellezza di Milano.

Quello che ho notato anche con una certa meraviglia è che spesso, direi ad ogni video, c’è sempre qualcuno che si meraviglia del poco traffico o che pensa che i giri li faccia alle 5 del mattino.

Ora, se è vero che alcuni di questi giri sono fatti la domenica mattina (ma non prestissimo, verso le 9 circa), altri sono fatti durante la settimana in orari magari non di punta (non esco alle 8 del mattino per fare questi video), ma neanche in orari notturni.

Ecco, quello che pare strano è la realtà: Milano, soprattutto in centro, non è mai congestionata dal traffico salvo eventi eccezionali. Certo, c’è area C ed i vari divieti, quindi soprattutto nella cerchia dei Bastioni le macchine sono molto meno, ma se togliete quelle che sono le vie di ingresso alla città (Certosa, Rombon, Piranesi, Gallarate… solo per citarne alcuni) non troverete sempre e solo fila.

Ma si sa, le parole servono a poco: ognuno ha il pensiero che vuole e sopratutto il ricordo, forse, di una città bloccata dal traffico. Lungi da me dire che non ce ne sia a Milano, ma i video mostrano una realtà forse un poco diversa da quello che tutti immaginano.


www.milanodavedere.it