Milano ecologica. Sì, sempre di più

E non solo per le ultime dichiarazioni del Sindaco Beppe Sala, che propone lo stop alle sigarette sia nelle banchine dei bus che a San Siro. La scelta è molto più radicata.

Basti pensare alla direzione presa negli ultimi anni, che ha visto la nascita delle piste ciclabili e del servizio di Bike Sharing del Comune (le altre soluzioni private, non hanno funzionato…), la tanto discussa Area B, 20.000 alberi nuovi da piantare entro marzo e l’idea di piantarne altri 3 milioni entro il 2030…

Esiste anche un piano ATM chiamato “Full Electric 2030” e che prevede “tra dieci anni, il sistema di trasporto pubblico milanese sarà al 100% elettrico: 1.200 autobus, 83 veicoli di servizio e sette depositi full electric, integrati con tecnologie smart e innovative. Coerentemente con gli impegni assunti dal Comune di Milano, queste misure consentiranno di ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria, con l’obiettivo finale di abbattere di circa 75.000 tonnellate l’anno le emissioni di CO2“.

Non male…  Siamo sempre più incentivati ad usare meno l’auto e più i mezzi “green” o i mezzi pubblici (che diventeranno green a loro volta). Ma poi arriva il Natale e ATM propone l’orario “festivo” e comunque da una certa ora in poi la metro non va… La strada è sicuramente quella giusta, ma bisogna mettere anche i cittadini nella condizione di poterla perseguire sempre.

Come già scritto, bisognerebbe anche multare i negozi che lasciano le porte aperte in inverno, chi fa esplodere i botti a capodanno, chi butta i mozziconi a terra, chi non raccogli gli escrementi del proprio cane.

Perchè anche queste cose rientrano a pieno titolo nel pacchetto green e forse bisognerebbe ogni tanto ricordarle…

milano ecologica
milano ecologica