Oggi una bella maratona: eravamo sicuri, una volta giunti al traguardo, di incontrare il nostro amico Andrea Amato ed invece siamo rimasti delusi.

Dopo tutta quella strada, quel sudore, quella fatica, avremmo scambiato volentieri quattro parole con un esperto di corse, maratone e camminate epiche.

Già: dovete sapere che oggi, come ci capita regolarmente 4-5 volte all’anno, abbiamo fatto anche noi la maratona.

No, niente New York nè paesi lontani. Una maratona milanese. Una maratona che, da domani, potreste fare anche voi qualora siate appassionati di moto.

Parrebbe un controsenso, ma non lo è. Da domani infatti apre al pubblico Eicma: una vetrina molto interessante per gli amanti delle due ruote (se ci andate curiosate anche i padiglioni dedicati ai veicoli elettrici).

E cosa c’entra Eicma con la maratona? Come per molte fiere organizzate a Rho-Pero per un motivo sicuramente importante ma del quale non abbiamo la benchè minima idea, una volta arrivati con la metropolitana e dopo esservi fatti trasportare fino all’ingresso da un comodo tapi-roulant, ecco che il padiglione dove avete l’appuntamento o dove c’è quello che volete vedere, è a 286 km di distanza….esattamente dalla parte opposta da dove siete arrivati. Un caso? Potrà essere, ma a noi capita sempre. Sfortuna? Forse!

E’ vero, direte voi, anche lì c’è il nastro trasportatore, ma sapete com’è…siamo milanesi, dobbiamo correre.

E quindi, via con la maratona per Eicma!