E intanto il tempo se ne va
E intanto il tempo se ne va

E intanto il tempo se va: così cantava Celentano qualche manciata di anni fa.

Canzone a parte, siamo arrivati ad un periodo dell’anno che cambia la quotidianità milanese: la chiusura delle scuole.

Certo, mancano gli esami di maturità, i recuperi, ma lo sappiamo bene: ogni volta che la scuola finisce la città cambia.

Per almeno tre mesi non vederemo più zaini e zainetti (oggi anche quelli con ruote) sui mezzi pubblici, genitori in coda in auto alle 7.55 per non far arrivare tardi i piccoli al suono della campanella e quelle orde di studenti che attraversano le strade all’uscita da scuola.

Cambia il traffico dicevamo, ma non è la sola cosa a cambiare. Quando si arriva alla fine della scuola, vuol dire che le vacanze, per tutti, sono più vicine: qualcuno ha già iniziato a passare il fine settimana al mare o in montagna, altri partiranno in giugno, altri ancora a luglio ed agosto. Qualcuno non partirà proprio. Ma la città da domani non sarà più la stessa. Almeno per un po’.

A differenza di qualche decennio fa Milano non si svuota più completamente, o per meglio dire, i turisti che vengono qui ( e sono tanti) fanno diventare davvero un lontano ricordo quei pomeriggi estivi con strade deserte e negozi chiusi. Sì, è vero: ogni tanto capita ancora. Ma sono solo pochissimi giorni in agosto. Nulla in confronto al ricordo, per esempio, delle estati degli anni ’70….

Quel che è certo è che messi via zaini, quaderni e penne, Milano si sta mettendo sul’abito estivo. Un abito che, guarda un po’, a noi piace molto (no, il caldo ci piace meno, ma che volete fare…)


www.milanodavedere.it

www.facebook.com/milanodavedere

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...