Da vedere ma da oggi anche da ascoltare, alla radio

Ed eccomi di nuovo davanti ad un microfono… bè, quasi.
Torno in radio, una volta a settimana, con Milano da Vedere.

Racconterò Milano non dallo studio, ma dalla strada. Da lì vengo e quindi ci torno sempre con piacere.
Come per altre attività che hanno a che fare con la voce ed il racconto, non ho copione e chi mi conosce sa che fino a pochi istanti prima di iniziare a parlare non ho quasi idea di quello che dirò. A maggior ragione per questa trasmissione, quello che uscirà dalla vostra radio sarà il mio pensiero del momento, condizionato da quello che vedo, quello che sento e quello che mi colpisce.

Anche se tecnicamente non lo è, ha tutte le caratteristiche della diretta: non ci sono tagli nè correzioni. Quello che esce dalla mia bocca…arriva a voi. Rumori della città compresi.
Per la prima puntata non potevo non iniziare da una parte di Milano che ho sempre nel cuore e che ho raccontato in mille modi.

Ovviamente come tutte le trasmissioni, c’è la musica: avendo libertà di scelta dei brani da inserire, potrei optare per una scaletta musicale che rispecchi i miei gusti, ma credo che farò delle eccezioni. Eccezioni che infatti in questa prima puntata troverete, salvo… due brani.

Uno è dei Beatles: non potevo non metterli ( e lo farò ancora) perchè sono stati una colonna sonora importante della mia vita. E in questa puntata, la prima, ho scelto una delle loro prime canzoni.

E poi ce n’è un’altra che credo passerò spesso: è una canzone molto più recente e che mi piace davvero tanto. Talmente tanto che avrei voluto fosse la sigla di questa trasmissione: non potendolo fare, l’ho inserita alla fine del primo blocco perchè, esattamente come mi auguro di riuscire a fare io, descrive Milano in modo unico.
La canzone è Il Cielo sopra Milano di Omar Pedrini

Mi auguro che questo modo diverso, certamente particolare, di raccontare Milano possa piacervi. L’appuntamento è su Spiritophono.

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...