22 luglio 1490

1206

Oggi, 22 luglio, ma del 1490 tal Gian Giacomo Caprotti entra nella bottega del grande Leonardo da Vinci. Così lo annota proprio il Maestro: “Iacomo venne a stare con meco il dì della Madonna del 1490, d’età d’anni 10″.  Appena 10 anni, ma evidentemente già molto promettente nonostante un pessimo carattere. Sempre Leonardo lo definisce ladro, bugiardo, ostinato e ghiotto. Tutti appellativi che gli varranno il soprannome “il Salaino” ma anche Salai, Salaij.