Cià
Cià

Cià: si pronuncia come si scrive, marcando per bene l’accento.

Per quanto riguarda la traduzione…come spesso accade (lo vedremo diverse volte infatti) alcune parole cambiano significato in base al tono di voce.

Diciamo che, come primo esempio dell’utilizzo di “cià” giochiamo in casa, confessandovi che alcuni di noi, lo usano quando reputano terminata per esempio una riunione. Basta un attimo di silenzio ed ecco che un cià detto nel modo giusto, sotto intende un ” va bene, grazie, è stato tutto molto bello ed interessante, ma ora si è fatto tardi e dobbiamo andare”. Quante parole in italiano si sprecano quando un cià risolve brillantemente la situazione, eh?

Un altro utilizzo lo troviamo quando “cià” è all’inizio di una frase: cià, cosa facciamo? Anche qui il significato va ben oltre le tre lettere: “allora, sono due ore che siamo a parlare e non abbiamo ancora deciso. Cosa facciamo?”

Come potete vedere in questi due esempio l’utilizzo è vario. Il che ci porta ad una domanda: voi come lo usate? Cià, dai fateci sapere!


Per sapere tutto del milanese, cliccate qui

Seguiteci anche su facebook, cliccando qui