Eccoci al Parco delle cave, zona ovest di Milano. Verde, verde, verde e ancora verde. È la parola chiave. Nonostante ciò che si dice, Milano è più verde che mai, soprattutto in questo periodo.

Raccontiamo di questo parco della zona ovest di Milano, ma prima vi consiglio già di prepararvi attrezzandovi di scarpe da tennis, schiscetta, telo e qualche amico magari, tutti pronti a trascorrere un pomeriggio immersi nella natura.
Innanzitutto perché Parco delle Cave? Negli Anni Venti questa zona non era un parco, bensì un’area dove venivano estratte la ghiaia e la sabbia per la successiva produzione del cemento. A forza di scavare, le buche raggiunsero una profondità tale da trovare l’acqua che finì per ricoprire completamente gli scavi. La zona venne poi abbandonata, e furono dei pescatori i primi ad occuparla. Negli anni Settanta alcuni benpensanti presero in mano la situazione, riqualificando completamente l’area e rendendola accessibile e agibile al pubblico. Quello che troviamo oggi è una meravigliosa oasi verde con laghi, tappeti erbosi, percorsi sterrati e percorsi ciclabili, per non parlare dell’incredibile varietà di fauna e di flora che vi si trova al suo interno: papere, anatre dai colori più svariati, conigli e addirittura volpi. Non finisce qui, per gli amanti dello sport vi sono percorsi vita, campi da calcio e da basket e un campo di bocce. Il luogo di punta per gli amanti della natura invece è una bellissima cascina, Cascina Linterno di cui si dice che fosse la residenza estiva di Francesco Petrarca e, in tempo di guerra, luogo in operava il guaritore detto el Pret de Ratanà. Immersi nella storia e nel verde, vi godrete bellissime giornate lontani dal caos cittadino, rilassandovi e divertendovi.

Potete raggiungerlo in auto, in bici, in moto o con i mezzi pubblici. Volendo anche a piedi, ma dipende da dove partite! 🙂

Milano da Vedere