Avrete certamente già sentito il nome di questa opera di Leonardo: Ritratto di Musico.

Custodito alla Pinacoteca Ambrosiana, è un dipinto a olio su tavola (44,7×32 cm) databile al 1485.

Per diverso tempo si è pensato fosse un ritratto di Ludovico il Moro, ma agli inizi del ‘900, in seguito ad un restauro, si notò un particolare che svelò, come si suol dire, le carte. Eccolo:

ritratto di musico
ritratto di musico

Come si può vedere dall’ingrandimento, le carte svelano note musicali.

Da questo indizio si è giunti a pensare che il soggetto sia Franchino Gaffurio, maestro di cappella del Duomo di Milano,  compositore di un “Cantum Angelicum“; altri  ipotizzato che il soggetto  possa essere il compositore franco-fiammingo Josquin Desprez, contemporaneo di Leonardo.

 

Articolo precedenteOltre quel muro
Articolo successivoMarco d’Oggiono
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi tuo commento
Scrivi tuo nome