Con il sole è bella anche Milano: secondo voi quanto posso odiare una frase come questa?

 

E mi tocca leggerlo non so quante volte. Ci sono persone, tante, che mandano le loro foto sulla nostra pagina facebook e aggiungono questo commento al loro scatto fatto in una bela giornata. Inutile dirvi che quelle foto non le ho mai pubblicate.

La frase in sè mi dà proprio sui nervi: tutte le città, tutto il mondo è bello quando c’è il sole. La luce rende qualsiasi posto bello ed affascinate. Ma non è questo il punto, anche perchè è talmente ovvio…

Dietro la frase “con il sole è bella anche Milano” si nascondo due retro pensieri, odiosi entrambi. Il primo è che a Milano non ci sia il sole. Certo, dirlo in queste giornata un po’ stona, ma le giornate asciutte nel corso dell’anno sono di gran lunga superiori a quelle con bagnate.

Anche qui poi ci sarebbe da dire tanto: Milano con pioggia è particolare, come tante altre città e certamente non perde il suo fascino. Lasciamo perdere che sì, magari noi girando la città sotto la pioggia siamo un po’ più… nervosi.

Il secondo retro pensiero che sta dietro “con il sole è bella anche Milano” è che Milano non è bella e serve il sole per darle quel tocco per renderla decente. Ecco, qui si tocca il culmine dell’ignoranza. Anzi no, scusate. Non è ignoranza. E’ la fiera del sentito dire. Ci portiamo dietro da troppo tempo questa nomea (che a dire il vero è andata diminuendo da una decina di anni a questa parte): ci sono ancora troppe persone che non hanno la più vaga idea di quello che è davvero Milano.

Possono partire dal nostro sito ovviamente, ma l’invito a coloro che dicono “con il sole è bella anche Milano” è quello di prendere e farsi qualche giorno, con il sole e la pioggia per le vie della città e guardare con attenzione. Milano è bella sempre.

con il sole è bella anche Milano
con il sole è bella anche Milano
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...