Robecco sul Naviglio, foto di Alessandro Vecchi
Robecco sul Naviglio, foto di Alessandro Vecchi

Robecco sul naviglio: bellezze sull’acqua

Pietrasanta, Casati, Archinto e Borromeo. Sono i cognomi che fanno di Robecco sul Naviglio uno dei comuni più turistici del naviglio grande. Sue queste sponde le famiglie milanesi comprano terreni dalle rendite altissime e chiaramente coronano il tutto con la costruzione di ville di delizia meravigliose.

Affacciate direttamente sul naviglio con imbarcadero, offrono un salto nel tempo unico nel vivere quotidiano della Milano e della Lombardia che fu. La barca era il mezzo di trasporto principale per i grandi carichi e per le grandi distanze. Robecco è da considerarsi un po’ nipote di un accampamento romano, stabile ed a controllo del Ticino, ma sarà proprio il naviglio a dar vita al borgo. Oggi offre un campionario di residenze nobiliari incredibili.

Navigando si ammirano Villa Scotti, Villa Gaia Borromeo, Palazzo Archinto, Villa Dugnani, Villa Terzaghi e l’elenco continua. Tutto in poche centinaia di metri, remando sulle acque del naviglio grande ad un passo da Milano.