Bar Anny
Bar Anny

Benvenuti al Bar Anny. Benvenuti a casa.  Non ha il titolo di bottega storica, ma lo è a tutti gli effetti.

Siamo a due passi da Santa Maria delle Grazie, in vi De Togni: la vigna di Leonardo è praticamente dietro all’angolo, ma in questa strada persone ne passano molto meno.

Entrare al Bar Anny è come entrare a casa: ci si sente subito a proprio agio, che sia la prima o la millesima volta che si varca l’ingresso.

Se siete abituati a posti da vip, non venite. Non fa per voi. Se volete i calici in cristallo, il personale in divisa, le ricette gourmet, andate altrove.

Qui regna sovrana, da sempre, la bellezza di essere se stessi, di prendere il caffè od il cappuccio con la brioche senza dover impazzire tra 780 tipi diversi. Non ci è mai capitato di osservare la scena, ma abbiamo la sensazione che chiedere un cappuccio con caffè d’orzo con latte di soia tiepido senza schiuma, non sarebbe una mossa felice.

Al Bar Anny si gode altro, in primis le persone. Sia chi ci lavora, che chi qui viene perchè vuole per l’appunto, stare bene ed in tranquillità. Si fanno due chiacchere, si legge il giornale seduti sul mitico divano (appena entrate sulle sinistra) e se avete fame potete sbizzarrirvi con i panini; ecco parliamo un attimo: qui non c’è il “solito” panino.

Qui il panino viene fatto con cura, dedizione, tranquillamente, con ingrediente scelti uno per uno. Qui il panino al crudo lo si addenta con quella voracità solo perchè lo si vuole finire alla svelta per ordinare il secondo.

E poi le terrine… ah che gioia! Cosa sono? No, questo non ve lo diciamo. Queste le dovete provare. Di persona. Andate a fare un giro a casa. Andate al Bar Anny.

Via Aristide de Togni, 15 Milano

Articolo precedenteCesare Beccaria, fermo davanti ai vigili
Articolo successivoCasa Radice Fossati
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...