fbpx

Turisti a Milano, ancora un miraggio

Più letti

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

Turisti a Milano? No, non ce n’è ancora.

E’ una domanda che ci fanno spesso. Aggiungendo magari frasi tipo: “ma mi è sembrato di vedere qualche gruppo di stranieri in centro“.

E’ una illusione. Ad oggi i turisti a Milano non sono ancora tornati. E, ma questo è un pensiero tutto nostro, non abbiamo idea di quando potremmo rivedere quelle belle “carovane” aggirarsi in città.

Per meglio dire: un’idea ce l’abbiamo anche, ma non vorremmo passare per menagrami o disfattisti. Il nostro pensiero è che si possa tornare a valori vicini a quelli della pre-pandemia con le Olimpiadi del 2026. Tra 5 anni. Pessimisti? No, semplicemente un pensiero.

Turisti a Milano: aspettiamo che tornino

Qualcuno dice che bisognerà aspettare il 2023. Vedremo… nel frattempo la situazione è questa.

E per chi ancora crede di vedere frotte di stranieri in giro per Milano, ecco un dato: nei primi 6 mesi del 2021 il Duomo, nel suo insieme, ha registra un -93% rispetto al 2019.

Il direttore generale della Veneranda Fabbrica del Duomo, Fulvio Pravadelli è però ottimista: “Chiudiamo il primo semestre del 2021 con un decremento del -93% rispetto al 2019 di turisti. Tre mesi di questo semestre, fino ad aprile, siamo stati chiusi per la pandemia. L’ultimo mese di giugno – ha spiegato – abbiamo avuto dei miglioramenti rispetto all’apertura che abbiamo fatto a maggio. Miglioramenti anche significativi: per dire un dato, nell’ultimo weekend di giugno abbiamo avuto più di 7 mila persone in due giorni, e quando avevamo iniziato queste persone le avevamo viste forse in due settimane. Quindi direi che un po’ di segnali di miglioramento ci sono, certo i dati rispetto al 2019 sono diversissimi però cominciamo a vedere un po’ di luce. Sicuramente  speriamo in una estate un po’ più positiva“.

Leggendo i dati della ricerca “Your next Milano” scopriamo che nel 2020 sono stati due milioni e 200 mila gli arrivi nella città metropolitana: -73% rispetto al 2019. Ma questo ovviamente si riferisce all’anno scorso che, come sappiamo, è stato tutto tranne che normale.

Ecco, appunto, normalità. Quanto tornerà? Quando rivedremo i numeri del 2019? Non abbiamo la sfera di cristallo, non lo sappiamo e come detto, non azzardiamo altro che qualche pensiero personale. Quello che conta è un’altra cosa: non mollare. Tenere duro e andare avanti, cercando capire e soprattutto migliorarsi ogni giorno. D’altro canto, siamo o non siamo Milano?

turisti a milano
turisti a milano