fbpx
32 C
Milan
venerdì 22 Gennaio

Burghy, ritorno al passato?

Burghy, in nome legato a Milano e non solo, ad un periodo "storico" che sembra a volte lontanissimo, ma è dietro l'angolo della storia....

Il teatro delle terme sta per arrivare

Più letti

Burghy, ritorno al passato?

Burghy, in nome legato a Milano e non solo, ad un periodo "storico" che sembra a volte lontanissimo, ma...

Battistero di San Vittore ad Arsago Seprio

Anche la Lombardia ha il suo campo dei miracoli. Alla meraviglia del rinascimento pisano, la nostra regione contrappone il...

Vermezzo con Zelo, un comune giovanissimo

Vermezzo con Zelo è un comune della provincia milanese situato nell’area sud ovest nei pressi di Abbiategrasso.Si tratta di...
Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

E’ uno dei luoghi a cui abbiamo dedicato più tempo, energie, foto, racconti e video.

Siamo a pochi metri dallo stadio di San Siro in quelle che una volta erano le Scuderie De Montel. Nel corso degli ultimi anni abbiamo sentito tante idee e progetti tutti miseramente persi per strada.

Prima della pandemia sembrava ci fosse qualche cosa di concreto, tanto da farci scrivere che finalmente… poi il virus che ha fermato il mondo.

Quasi un anno dopo però, sembra proprio che ci siamo: il mese prossimo dovrebbe esserci il via libera per la riqualifica di questo gioiello di inizio ‘900. Maran lo definisce uno «Uno dei luoghi più sorprendenti della Milano dei prossimi anni» e da quello che leggiamo non possiamo che essere d’accordo.

I visitatori infatti troveranno vasche con acque termali, un “tempio” per la meditazione, il bosco immaginato, realizzato con tronchi di betulla. E tanto altro ancora. Un luogo davvero da sogno, per una struttura che nello scorso secolo attirava migliaia di persone, oltre che per i cavalli, per la bellezza degli edifici.

Quanto dovremo aspettare? Dicono due anni. Abbiamo avuto tanto pazienza, cosa saranno mai altri 24 mesi?

teatro delle terme
teatro delle terme

Leggi anche qui

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI...