circle-line-milano
circle-line-milano

Parola d’ordine riqualificare. Si sa, purtroppo anche a Milano ci sono molte zone che potrebbero essere rigenerate a cui ridare una nuova vita e un nuovo utilizzo, per apportare nuovi benefici alla città stessa. Detto fatto! La trasformazione avverrà nel giro di circa vent’anni, ma quello che si prospetta è un piano urbano che darà nuova vita ai 1.250mila metri quadri dei sette scali ferroviari dismessi di Milano, Porta Romana, Porta Genova, San Cristoforo, Lambrate, Rogoredo, Greco e Farini, all’insegna del verde e dell’edilizia residenziale. Case convenzionate, uffici, negozi, tanto verde, ma soprattutto una Circle Line che collegherà diversi punti sulla cinta della città, mettendoli in collegamento tra di loro, per la quale Ferrovie dello Stato è pronta a investire circa un miliardo di euro nel corso dei prossimi dieci anni. Tante agevolazioni per i cittadini, quindi, e nuove occasioni di far splendere ancora alcune zone un po’ dismesse del capoluogo, ma un grande divieto che, si spera venga rispettato: vietato costruire centri commerciali e grandi strutture di vendita. Come inizio sembra ottimo!

CONDIVIDI
Articolo precedenteMilano ed i suoi locali
Prossimo articoloVersami Tormaresca Calafuria