Alfa Romeo: torna sulle piste di Formula 1

Dici Alfa Romeo dici Milano. Nonostante tutto e tutti, quando se ne vede passare una per strada, il pensiero in un modo o nell’altro va alla nostra città.

La storia di questo marchio inizia il 24 giugno 1910 con la fondazione a Milano dell’Alfa (Anonima Lombarda Fabbrica Automobili); nel ’18 l’azienda diventa Alfa Romeo con  l’acquisizione del controllo della società da parte di Nicola Romeo.

Arriva il  1933 ed ecco un nuovo passaggio di proprietà: ora è dell’IRI, dello Stato italiano. L’azienda  continuò a produrre vetture in modo semi artigianale fino ai primi anni cinquanta, quando si trasformò per diventare una vera e propria azienda,  grazie all’introduzione della catena di montaggio nei reparti produttivi. Da questo momento l’Alfa Romeo conobbe una fase di crescente di successo che la fece conoscere a tutti negli anni ’60- Il decennio successivo invece ricominciò la crisi e arrivati al 1986 lo Stato decisi di vendere al gruppo Fiat.

Con gli anni ’90 il gruppo torinese rilanciò il marchio: nuovi modelli, maggior cura alla comunicazione fino ad arrivare ai giorni nostri.

Ieri, 2 dicembre, l’annuncio del ritorno in Formula 1. Già perchè nonostante le traversie del passato, la mitica casa milanese aveva già partecipato al Campionato mondiale di Formula 1, sia come scuderia costruttrice che come fornitrice di motori,per quasi 40 anni, dal 1950 al 1988.

Dal 2018 sarà inoltre presente in F1 come sponsor e partner tecnologico del team svizzero Sauber.

Forse non tutti sanno che ad Arese c’è un bellissimo museo proprio dell’Alfa Romeo. A due passi da Milano, potete immergervi nel meraviglioso mondo di questa casa automobilistica, potendo rivedere i modelli passato ed anche i prototipi, le idee, i sogni… Fateci un salto, ne vale davvero la pena. Ecco il link: https://www.museoalfaromeo.com/it-it/Pages/MuseoStoricoAlfaRomeo.aspx

Su Facebook ci trovi qui: www.facebook.com/milanodavedere

Milano (è) da Vedere