Albero di Natale: siete pronti a criticarlo?

Ci siamo: anche quest’anno l’albero di Natale sta per essere acceso in piazza Duomo.

Sappiamo cosa vuol dire questo momento: da oggi inizieremo a ricevere, come ogni anno, decine, centinaia di fotografie che immortalano la piazza con l’albero. Ovviamente arriveranno anche quelle della Galleria e di tutti gli alberi che in questo periodo, rendono il clima natalizio.

Ma soffermiamoci un attimo solo su quello di piazza Duomo: è sicuramente uno di quelli più fotografati, ma ha anche un’altra caratteristica. Non che non valga anche per gli altri, ma questo si distingue. Anche per questo motivo.

E quale sarebbe il motivo? Presto detto: insieme alle vagonate di fotografie che faremo, farete faranno, l’albero di natale di piazza Duomo è sempre quello più criticato, commentato, discusso.

E’ troppo grande, è troppo piccolo. E’ spelacchiato. Ha troppi rami.  E’ addobbato male. E’ troppo rosso. E’ troppo giallo. Perchè è sponsorizzato? Non sta bene. Nasconde il Duomo (!!!). Perchè lo hanno strappato dalla sua terra. Troppe luci. Poche luci. Chi paga la bolletta delle luci? Non cade se nevica? Ma se si alza il vento può cadere? Perchè spendere tutti questi soldi per un albero? Perchè non hanno speso qualcosa di più visto che Natale è una volta sola all’anno. Non mi piace. Perchè ci va tutta sta gente a vederlo? Perchè sono costretto a leggere il nome dello sponsor sull’albero di Natale della mia città? Ma nessuno pensa che a qualcuno potrebbe dare fastidio? Ma i piccioni ci cagano sopra? Un simbolo del consumismo milanese. E’ inutile, il Natale non è più quello di una volta. Non potevano addobbarlo meglio? Ma i pacchetti che mettono sotto sono vuoti? Sempre meglio delle palme, ma potevano fare meglio. Che fine fa poi dopo Natale? Che spreco di soldi pubblici. Investire di più no? 

Ecco, questo è una parte dei commenti che l’anno scorso sono stati pubblicati sui post che abbiamo messo su facebook con l’albero in primo piano. Facciamo così per quest’anno: se il vostro pensiero è riconducibile ad una delle espressioni sopra riportate, evitate di scriverlo. Per quest’anno date sfogo alla vostra creatività e mandateci, se proprio non potete farne a meno, delle critiche originali.

PS: sappiamo che possa sembrarvi strano, ma quelli riportati sono i pensieri veri di persone che hanno commentato l’anno passato alcune delle fotografie dell’albero di Natale di piazza Duomo. Ogni anno noi rimaniamo a bocca aperta leggendo alcune di queste frasi, ma ormai abbiamo capito che qualsiasi cosa si faccia, comunque la si faccia, non accontenterà mai tutti. Niente e nessuna sarà mai capace di farlo. Perchè quando si fa, si può sempre sbagliare. E quando non si fa niente, è sempre troppo facile criticare.

PPS: non è evidentemente una difesa del lavoro del nostro Comune. Noi non abbiamo nessun rapporto con le istituzioni e crediamo che non abbiano bisogno del nostro supporto.