Tricella

688

Tricella

A pochi passi da San Gottardo in Corte, ecco Tricella. Ma facciamo un salto indietro nel tempo. Siamo nel 1888 nei pressi del Duomo, in Via San Sepolcro per la precisione. Qui apre “Ditta Albizzati Paolo”, dal nome del suo fondatore, una bottega che di strada, anche se tortuosa, ne ha fatta davvero tanta.

Negli anni trenta del ‘900 si sposta in Via Santa Tecla, nel pezzo che oggi conosciamo come  largo Schuster. Non è la sola cosa a cambiare: anche la proprietà passa al genero di Paolo, Carlo Tricella. In questo periodo l’Arcivescovo di Milano, il Cardinale Ildefonso Schuster, insignisce il negozio, denominato allora “Agenzia Ecclesiastica Tricella” con il titolo di “Arcivescovile”.

Arriva purtroppo la guerra ed i bombardamenti distruggono tutto. Il negozio rimane chiuso per più di un anno, ma grazie alla clientela ed allo spirito di sacrificio del titolare riesce a riaprire. Negli anni ’50 le figlie di Carlo, Luisa ed Antonia continuano il lavoro del genitore fino al 1982 quando lasceranno ai coniugi Giulia e Ambrogio Barbareschi che, forti dell’esperienza d quest’ultimo di 40 anni di lavoro nella fonderia artistica di famiglia, unita ad una incredibile passione, riescono a mantenere alta la qualità per la quale Tricella è rimasto noto fino ad oggi.

Da 10 anni i figli Giuseppe e Francesca Barbareschi proseguono con la stessa passione la strada intrapresa dai loro genitori, esponendo articoli religiosi e presepi.

Largo Schuster, 1 – 20122 Milano
Tel: 02 8052331